Guida Attività Economiche

La Guida Attività economiche della Camera di Commercio di Roma consente di reperire informazioni utili all'avvio di attività ed all'iscrizione al Registro Imprese

Guida alle attività economiche
Scommesse
Descrizione:

Ricevitoria del lotto:
Concessione dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.
DL 95/2012; L. n. 1293/1957; L. 528/1982; L. n. 85/1990; DPR 303/1990; DPR 560/1996; DL 138/2002.
L'apertura di una ricevitoria per la raccolta del gioco del Lotto può essere richiesta soltanto da chi è già titolare di una rivendita ordinaria o speciale dei generi di monopolio.
• Punti vendita di giochi numerici a totalizzatore nazionale (superenalotto, vinci per la vita, etc.)
Autorizzazione rilasciata dalla SISAL.
L. n. 1293/1957; L. 528/1982; L. n. 85/1990; DPR 303/1990; DPR 560/1996; DL 138/2002.

Giochi a base sportiva (totocalcio, totogol, etc.)
Concessione dell’ Agenzia delle dogane e dei monopoli
DPR 496/1948; DM 179/2003.

Lotterie tradizionali (lotteria Italia, etc.)
Le Lotterie Tradizionali possono essere collegate ad uno o più eventi storici, artistici, culturali o ad altri eventi locali di interesse nazionale, allo scopo di coniugare il momento ludico con la promozione artistica e culturale del nostro Paese.
La vendita dei biglietti è riservata ai punti vendita autorizzati (dal Questore – artt. 86/88 del TULPS), di cui fanno parte le ricevitorie del lotto, i tabaccai, le aree di servizio autostradali, i bar, le edicole ed altre categorie.
(Legge 4 agosto 1955, n. 722; DL 78/2009).

Lotterie istantanee (gratta e vinci etc.)
Dal 1994 sono state istituite Le "Lotterie Istantanee", con le quali l'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato ha voluto soddisfare l'esigenza di una modalità di gioco che consente di conoscere "istantaneamente" il risultato e l'eventuale vincita. Le lotterie ad estrazione istantanea sono gestite, in concessione, da “Lotterie Nazionali S.r.l.”. La vendita dei biglietti è riservata ai punti vendita autorizzati (dal Questore – artt. 86/88 del TULPS), di cui possono far parte le ricevitorie del lotto, i tabaccai, le aree di servizio autostradali, i bar, le edicole ed altre categorie.
(L. 62/1990; DM 183/1991).

Sala bingo
L'apertura di una sala-bingo può essere effettuata partecipando alle gare comunitarie espletate dall'Amministrazione AAMS.
La gara per l'apertura delle sale-bingo è stata espletata nell'anno 2001. Pertanto, all'attualità, si può diventare operatore attivando il procedimento di trasferimento della titolarità di una concessione già in essere, cioè acquistando una sala-bingo già attiva. La domanda di trasferimento deve essere inoltrata alla Direzione generale dell'Amministrazione dal titolare della concessione.
(L. 133/1999; DM n. 29/2000).

Agenzia di scommesse ippiche
Sono operatori abilitati alla raccolta delle scommesse ippiche in agenzia i concessionari di cui al bando di gara del Ministero delle Finanze istituito con Decreto Ministeriale 24 ottobre 2000, e ai successivi bandi attinenti al Decreto legge del 4 luglio 2006 n. 223 e al Decreto legge del 25 settembre 2008 n. 149.
Concessione dell’agenzia delle dogane e dei monopoli; L.662/1996; DPR 169/1998; DM 24/10/2000; DPR 33/2002; DM 12/05/2006.

Gestione di sale scommesse a totalizzatore o a quota fissa diverse dalle corse dei cavalli.
L. 133/1999; DM 278/1999; DPR 33/2002; DL 138/2002; art. 88 del RD 773/1931; RD 635/1940.
Concessione dell’agenzia delle dogane e dei monopoli
Licenza rilasciata dalla Questura.

Gestione di giochi di abilità a distanza con vincita in denaro.
DPR 33/2002; DL 138/2002; DM 5/2/2010; DM 10/01/2011. Autorizzazione rilasciata dall’agenzia delle dogane e dei monopoli.


Gestione di punti vendita di giochi numerici a totalizzatore nazionale con sola raccolta a distanza.
L.1293/1957; L. 528/1982; L. 85/1990; DPR 303/1990; DPR 560/1996; DPR 33/2002; DL 138/2002; L. 296/2006; DD 45/2011 e 10/10/2011.
Autorizzazione rilasciata dall’agenzia delle dogane e dei monopoli.

ultima modifica: 12/12/2014

2013 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dall'ente

C.F. 80099790588 - P.I. 01240741007 - Codice Univoco KIRGLW

per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it
Avviso formati comunicazioni  PEC

mappa del sito | elenco siti tematici | contatti | credits | privacy | note legali | accessibilità | social media policyvaluta questo sito

Logo W3C CSS Logo W3C XHTML RSS

- Inizio della pagina -
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa
Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it