Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma - Protesti

I servizi dell'Ufficio Protesti della Camera di Commercio di Roma. Cancellazione e visure protesti.

Home Page » Servizi » Protesti
Protesti

Il protesto è un atto autentico con cui il Pubblico Ufficiale autorizzato  (Elenco Ufficiali Levatori autorizzati) constata la mancata accettazione di una tratta o il mancato pagamento di una cambiale o di un assegno .

Le Camere di Commercio provvedono alla pubblicazione dei protesti mediante il Registro Informatico istituito con Legge 15.11.1995, n. 480, secondo le norme contenute nel Regolamento di cui al Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 9.8.2000, n. 316.

Tale Registro contiene i protesti per 5 anni dalla data della loro pubblicazione (art. 11, Decreto M.A.P. 9.8.2000, n. 316), fatte salve eventuali cancellazioni intercorse a seguito di presentazione della relativa istanza ed è accessibile al pubblico per la consultazione.

Tale consultazione avviene mediante “visura” riferita al nominativo/denominazione del soggetto protestato oppure mediante "certificato" che, a differenza della visura, contiene solo l'indicazione di "esistenza/non esistenza" protesti nel Registro in questione.

Visure e certificati possono essere richiesti presso tutte le Camere di Commercio e, per quanto riguarda la Camera di Commercio di Roma, presso gli sportelli al pubblico della sede di Viale Oceano Indiano, 19; oppure tramite consultazione dei terminali remoti degli utenti collegati al sistema informatico delle Camere di Commercio.

Ai fini della Riabilitazione, le visure utili sono unicamente quelle rilasciate dalle Camere di Commercio.

CANCELLAZIONE DAL REGISTRO INFORMATICO DEL PROTESTO DI CAMBIALI
(E' prevista la cancellazione del protesto di assegni solo nel caso di errore/illegittimità della levata ovvero nel caso di riabilitazione del debitore protestato da parte del Tribunale) 

La cancellazione dei protesti dal Registro Informatico è disciplinata dalla Legge 18/08/2000, n. 235.

La domanda di cancellazione può essere prodotta nel caso in cui il debitore:

  • abbia effettuato il pagamento della cambiale/tratta entro 12 mesi dalla levata del protesto;
  • sia stato protestato illegittimamente/erroneamente;
  • abbia ottenuto dal Tribunale la Riabilitazione prevista dall'art. 17 della legge 108/1996 (per poter richiedere la Riabilitazione deve essere trascorso un anno dalla data dell'ultimo protesto).

Le domande di cancellazione protesti indicate dalla  LEGGE 235/2000 possono essere presentate esclusivamente presso gli sportelli della sede camerale di Viale Oceano Indiano, 19 in Roma. Non verranno in alcun caso accettate istanze consegnate a mano presso altre sedi della Camera di Commercio.

Per ottenere la cancellazione di un protesto dal Registro Informatico è necessario allegare alla domanda uno dei seguenti documenti: 
  • Cambiale/tratta ed atto di protesto, qualora il pagamento sia stato effettuato entro 12 mesi dalla data del protesto (è prevista la cancellazione del protesto di assegni solo nel caso di errore/illegittimità della levata ovvero nel caso di riabilitazione del debitore protestato da parte del Tribunale) 
  • Decreto di riabilitazione in copia conforme all'originale accordato dal Tribunale 
  • Documentazione comprovante l'illegittimità/erroneità della levata del protesto

Consulta i costi del Servizio

AVVISI PER L'UTENZA

Invio istanze di cancellazione protesti per posta.

Le istanze e qualsiasi altro documento, spedito tramite servizio postale, devono essere indirizzate a: "Servizio Protesti - Via de Burrò, 147 - 00186 Roma".

Nel caso di invio di istanze di cancellazione per posta per intervenuta riabilitazione, non allegare gli originali degli assegni protestati e delle quietanze liberatorie

Controlli

Ai sensi degli articoli 43, 71 e 72 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, si rende noto che saranno effettuati controlli circa la veridicità della documentazione prodotta così come sotto specificato:

  1. controllo di tutte le riabilitazioni pervenute ai fini della cancellazione dei protesti dal Registro Informatico;
  2. controllo, a campione, della veridicità delle cambiali allegate alle istanze di cancellazione;
  3. controllo, a campione, delle dichiarazioni sostitutive d'atto notorio e delle autocertificazioni relativamente al 5% delle istanze mensilmente pervenute;
  4. controllo di tutte le dichiarazioni "semplici" non redatte in base a quanto disposto dall'articolo 47 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445.

Costi

Per la cancellazione di un protesto dal Registro Informatico, oltre alla domanda in bollo da 16,00 Euro, è dovuto un diritto di segreteria di 8,00 Euro a protesto da cancellare o rettificare.
Per la visura protesti, anche se negativa, è dovuto un diritto di 2,00 Euro.
Per il certificato di esistenza/non esistenza protesti è dovuto un diritto di 5,00 Euro ed una marca da bollo da 16,00 Euro.
Il pagamento dei diritti di segreteria può essere effettuato in uno dei seguenti modi:

  • in contanti agli sportelli camerali
  • mediante versamento sul c/c postale n. 68590009 intestato alla Camera di Commercio di Roma
  • mediante bonifico sul conto Bancoposta IBAN IT72N0760103200000068590009.

Il costo della marca da bollo può essere corrisposto anche in modo virtuale versando l’importo in contanti agli sportelli del Servizio Protesti.

Moduli

Domanda cancellazione protesto per levata erronea o illegittima
Scarica (93 kb) File con estensione pdf
Domanda cancellazione protesto per pagamento entro 12 mesi o riabilitazione
Scarica (94 kb) File con estensione pdf
Domanda annotazione pagamento di cambiale/tratta o assegno protestato
Scarica (155 kb) File con estensione pdf
Modello richiesta certificati e visure protesti
Scarica (24 kb) File con estensione generica
Richiesta di accesso ai documenti amministrativi
Scarica (45 kb) File con estensione pdf
Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà
Scarica (54 kb) File con estensione pdf

Norme

Queste informazioni sono disponibili in formato aperto. Scarica archivio in Open Data
L. 235/ 2000 Nuove norme in materia di cancellazione dagli elenchi dei protesti
Scarica (11 kb) File con estensione pdf
Circolare 3512c del 30.4.2001 - Registro Informatico dei Protesti
Scarica (295 kb) File con estensione pdf
Circolare 3557c del 14.2.2003 inerente chiarimenti in ordine alla Legge 12.12.2002, n.273
Scarica (169 kb) File con estensione pdf
Decreto del 9.8.2000 n. 316 - Regolamento del Registro Informatico dei Protesti
Scarica (127 kb) File con estensione pdf
Legge n. 273 del 12.12.2002 (articolo 45) - Modifiche alle norme sulla cambiale
Scarica (98 kb) File con estensione pdf

Contatti

Protesti
Ufficio competente: Area VI Attività Abilitative ed Ispettivo/Sanzionatorie
Indirizzo e-mail: protesti@rm.camcom.it
Posta elettronica certificata: protesti@rm.legalmail.camcom.it
Indirizzo: Viale Oceano Indiano, 19 - 00144 Roma.
Le istanze e qualsiasi altro documento, spedito tramite servizio postale, devono essere indirizzate alla sede di Via de Burrò, 147 - 00186 Roma
Orari: Dal lunedì al venerdì: 08.45 - 12.30 / 13.30 - 15.00 - Chiusura cassa ore 14.45. Nelle giornate prefestive gli sportelli sono aperti dalle ore 8.30 alle 12.30
Telefono: 06 5208.2356
ultima modifica: 15/11/2016

Contenuti di questa pagina

2013 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dall'ente

C.F. 80099790588 - P.I. 01240741007 - Codice Univoco KIRGLW

per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it
Avviso formati comunicazioni  PEC

mappa del sito | elenco siti tematici | contatti | credits | privacy | note legali | accessibilità | social media policy

Logo W3C CSS Logo W3C XHTML RSS

- Inizio della pagina -
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa
Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it