Sanzioni Amministrative del Registro Imprese

Casi in cui vengono elevate Sanzioni Amministrative del Registro delle Imprese relative alla presentazione delle domande di iscrizione e depositi del Registro Imprese.

Home Page » Servizi » Registro imprese » Sanzioni Registro Imprese
Sanzioni Registro Imprese

Le sanzioni amministrative del Registro delle Imprese vengono elevate per le domande di iscrizione al Registro Imprese o per le denunce al Repertorio Economico Amministrativo presentate oltre i 30 giorni  dalla data dell'atto o dell'evento (art. 18 Legge n.340/2000).
Il termine è ridotto a 20 giorni per il deposito dell'atto costitutivo delle società di capitali e cooperative.

In particolare:

  • i 30 giorni si contano partendo dal giorno successivo alla data dell'atto o dell'evento;
  • se il termine cade di sabato o di giorno festivo la presentazione della domanda è considerata tempestiva se effettuata il primo giorno lavorativo successivo (art. 3 D.P.R. 558/99).

La sanzione amministrativa viene notificata a tutti i soggetti obbligati alla presentazione della domanda ed alla società in quanto responsabile in solido (art. 14 L. 689/81).

Sono soggetti sanzionabili, a seconda dell'atto o dell'evento, l'amministratore unico, i componenti del consiglio di amministrazione, i sindaci effettivi, i soci amministratori delle società di persone, i legali rappresentanti di enti e associazioni, i titolari di ditta individuale, i notai e gli intermediari.

In relazione alla prescrizione, l'art. 28 della legge 689/81 prevede che "Il diritto a riscuotere le somme dovute per le violazioni indicate dalla presente legge si prescrive nel termine di cinque anni dal giorno in cui è stata commessa la violazione. L'interruzione della prescrizione è regolata dalle norme del codice civile"
Tale disposto deve essere letto alla luce dell'art. 2935 c.c., che precisa che la prescrizione comincia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere.
Ne deriva che tale momento non può identificarsi con quello in cui la violazione è stata commessa bensì con quello in cui l'Autorità Amministrativa ne è venuta a conoscenza, poiché solo in tal caso è in grado di esercitare il diritto di riscuotere la somma stabilita dalla legge a titolo di sanzione amministrativa.
In conclusione, il termine quinquennale di prescrizione decorre dal momento in cui viene presentata la domanda.

Sanzioni amministrative relative ad iscrizioni e depositi nel Registro Imprese

(beneficiario Erario)

Vengono applicate per le domande di iscrizione e per i depositi nel Registro Imprese presentati oltre i 30 giorni dalla data dell'atto o dell'evento, per quegli atti o eventi il cui termine è stabilito dalla legge (il termine è di 20 giorni per il deposito dell'atto costitutivo delle società di capitali e cooperative).

Importi

Imprese individuali, notai, intermediari

Per le imprese individuali (iscrizioni, cessazioni, modifiche di cui all’art. 2196 c.c.), per i notai (iscrizioni e modifiche degli atti costitutivi di società di capitali, iscrizioni di società di persone quando istituite con atto pubblico, trasferimenti d’azienda, trasferimenti delle partecipazioni) e per gli intermediari di cui all’art. 36 della legge 133/2008 co.1 bis (trasferimenti delle partecipazioni).

  • Euro 20,00

Società, cooperative e consorzi

Per le sanzioni relative agli adempimenti con termine ultimo di presentazione dal 14/11/2011 sono applicati i seguenti importi:

  • Euro 68,66 (art. 2630 c.c. come modificato dalla L.180/2011) per le domande presentate entro 30 giorni successivi alla scadenza del termine previsto
  • Euro 206,00 (art. 2630 c.c. come modificato dalla L.180/2011) per le domande presentate oltre i 30 giorni successivi alla scadenza del termine previsto
  • Euro 91,56 (art. 2630 co.2 c.c. come modificato dalla L.180/2011) per le domande relative al deposito del bilancio delle società di capitali presentate entro 30 giorni successivi alla scadenza del termine previsto
  • Euro 274,66 (art. 2630 co.2 c.c. come modificato dalla L.180/2011) per le domande relative al deposito del bilancio delle società di capitali presentate oltre i 30 giorni successivi alla scadenza del termine previsto e per gli omessi depositi del bilancio

Per le sanzioni relative agli adempimenti con termine ultimo di presentazione dal 15/4/2002 al 13/11/2011 si applicano gli importi previsti dal Dlgs 61/2002:

  • Euro 412,00 (art. 2630 c.c. come modificato dal Dlgs 61/2002)
  • Euro 549,34 (art. 2630 co.2 c.c. come modificato dal Dlgs 61/2002) per ritardato o omesso deposito del bilancio delle società di capitali
     

L'importo si applica per ogni soggetto obbligato alla presentazione della domanda, ai sensi dell'art. 5 L.689/81: "quando più persone concorrono in una violazione amministrativa, ciascuna di esse soggiace alla sanzione per questa disposta, salvo che sia diversamente stabilito dalla legge".
 

Modalità di pagamento delle sanzioni relative alle iscrizioni e depositi nel Registro Imprese

Il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite modello F23 (codice tributo 741T) presso le banche, i concessionari o gli uffici postali, entro 60 giorni dalla notifica del processo verbale.

Ad avvenuta notifica, ogni soggetto obbligato principale dovrà corrispondere, oltre all'importo relativo alle sanzioni, Euro 12,20 per rimborso spese di procedimento e Euro 8,25 per rimborso spese di notifica. Tali importi dovranno essere corrisposti tramite c/c postale n. 66125006 intestato a "Camera di Commercio di Roma - Sanzioni Amministrative".

Sanzioni amministrative relative a denunce al REA - Repertorio Economico Amministrativo

(beneficiario Camera di Commercio)

Vengono applicate per le denunce presentate al Repertorio Economico Amministrativo oltre i 30 giorni dalla data dell'evento per:

  • l'inizio, modifica o cessazione dell'attività (per le società, per i soggetti iscritti nel Repertorio Economico Amministrativo e per le imprese individuali) 
  • l'apertura, modifica o cessazione  di una unità locale (per le società, per i soggetti iscritti nel Repertorio Economico Amministrativo e per le imprese individuali)
  • per la nomina o cessazione di qualifiche tecniche (per le società, per i soggetti iscritti nel Repertorio Economico Amministrativo e per le imprese individuali)
  • iscrizioni e modifiche di soggetti iscritti nel Repertorio Economico Amministrativo (enti, associazioni)

Importi

Euro 10,00 sanzione minima (per la presentazione della denuncia oltre il 30° giorno ed entro il 60° giorno dalla data dell'evento)

Euro 51,00 sanzione massima (per la presentazione della denuncia oltre il 60° giorno dalla data delll'evento)

Gli importi si applicano per ogni soggetto obbligato alla presentazione della domanda, ai sensi dell'art. 5 L.689/81: "quando più persone concorrono in una violazione amministrativa, ciascuna di esse soggiace alla sanzione per questa disposta, salvo che sia diversamente stabilito dalla legge".

Modalità di pagamento delle sanzioni relative alle denunce al Repertorio Economico Amministrativo

Il pagamento deve essere effettuato entro 60 giorni dalla notifica del processo verbale, secondo la seguente modalità:

  • con versamento sul c/c postale 66125006 intestato a "Camera di Commercio di Roma - Sanzioni Amministrative" 

Ad avvenuta notifica, ogni soggetto obbligato principale dovrà corrispondere, oltre all'importo relativo alle sanzioni, Euro 12,20 per rimborso spese di procedimento e Euro 7,20 per rimborso spese di notifica, sul c/c postale n. 66125006 intestato a "Camera di Commercio di Roma - Sanzioni Amministrative".
 

Per le sanzioni relative al Repertorio Economico Amministrativo è ammesso il pagamento contestuale alla presentazione della denuncia, da effettuarsi esclusivamente tramite versamento sul c/c postale predetto. In questo caso all'importo relativo alle sanzioni si dovranno aggiungere una tantum Euro 12,20 per rimborso spese di procedimento. La ricevuta del pagamento deve essere allegata alla pratica inviata.

Casi particolari:

Versamento di capitale di srl non contestuale alla sottoscrizione
La domanda è sanzionata se presentata oltre i 30 giorni dal versamento.
Riferimenti normativi: Art. 16, comma 12 quater e seguenti. d.l. 185/2008 convertito con l. 2/2009, art. 2615 ter c.c., art. 18 L. 340/2000 e direttiva del Ministero dello Sviluppo Economico d'intesa con il Ministero della Giustizia del 27 aprile 2015

Mancato pagamento

(per sanzioni relative al Registro Imprese e al Repertorio Economico Amministrativo)

Le sanzioni amministrative non pagate entro 60 giorni dall'avvenuta notifica saranno trasmesse al Servizio Accertamenti e Sanzioni Amministrive, al fine dell'emissione dell'ordinanza ingiunzione.

Entro 30 giorni dall'avvenuta notifica del processo verbale, è possibile presentare al Servizio Accertamenti e Sanzioni Amministrative eventuali contestazioni avverso le sanzioni amministrative applicate, nonchè si potrà chiedere di essere sentiti (art. 18 L.689/81).

Contatti

Sanzioni Registro Imprese
Ufficio competente: Area IV Registro Imprese e Analisi Statistiche - P.O. Procedimenti d'ufficio
Indirizzo: Viale Oceano Indiano, 17 - 00144 Roma
Orari: L'ufficio riceve dal lunedì al venerdì: 8.45 - 12.30
Fax: 06.5208 2312
ultima modifica: 20/01/2017

2013 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dall'ente

C.F. 80099790588 - P.I. 01240741007 - Codice Univoco KIRGLW

per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it
Avviso formati comunicazioni  PEC

mappa del sito | elenco siti tematici | contatti | credits | privacy | note legali | accessibilità | social media policyvaluta questo sito

Logo W3C CSS Logo W3C XHTML RSS

- Inizio della pagina -
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa
Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it