Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma - Fondo Secondaria Camera di Commercio di Civitavecchia (1828-1933)

Sito istituzionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma: informazioni, modulistica, servizi.

Bottone HomePage
Logo Camera di commercio di Roma
Archivio Storico della CCIAA di Roma
Fondo Secondaria Camera di Commercio di Civitavecchia (1828-1933)
Home Page » Archivio Storico » Composizione archivio » Fondo Secondaria Camera di Commercio di Civitavecchia (1828-1933)

Note sul fondo della Secondaria Camera di Commercio di Civitavecchia (nuovo inventario di fine anni '90 a cura della Soprintendenza Archivistica per il Lazio, d.ssa Bruna Colarossi e dr. Fabio Simonelli, pubblicato nel volume "Economia e Cultura. L'Archivio e la collezione d'arte della Camera di Commercio di Roma" a cura di Bruna Colarossi. Roma, Gangemi Editore, 2000, da cui sono estratte le note di seguito riportate).

  
L'istituzione di una Camera di Commercio a Civitavecchia risale al 1809 durante l'occupazione napoleonica.
La Camera era composta da 7 rappresentanti dei commercianti locali, che avevano il compito di regolamentare le varie attività commerciali, imporre dazi e incoraggiare le attività finalizzate al progresso econonomico del territorio; nella sua attività era affiancata da un Tribunale di commercio che estendeva la sua giurisdizione fino a Viterbo.
Questa prima Camera di commercio venne soppressa in seguito alla caduta del Governo francese ed anche il suo archivio (1809-1814) andò distrutto insieme a quello comunale di Civitavecchia.


 Il 25 aprile 1828, sotto il pontificato di Leone XII, venne istituita una nuova Camera di commercio a Civitavecchia dal cardinale camerlengo Pier Francesco Galleffi, composta da 8 membri e presieduta dal delegato apostolico di Viterbo e Civitavecchia.


 Nel 1870, con l'unità d'Italia, il destino dell'assetto istituzionale della Camera di Civitavecchia si intrecciò a quello nazionale e in particolare con quello di Roma: il r.d. 468 del 1871 (che estese la competenza territoriale della Camera di Roma anche sui territori di Frosinone, Velletri, Rieti e Viterbo) mantenne per Civitavecchia le sue competenze territoriali fino al 1926 quando, con l'istituzione dei Consigli provinciali dell'economia corporativa, iniziò il declino della Camera locale che dapprima funzionò come ufficio distaccato della Camera di Roma finché nel 1934 non venne definitivamente soppressa.


 Da questo momento iniziano le vicissitudini dell'archivio della Camera di Civitavecchia, che proprio nel 1934 fu trasferito a Roma nei sotterranei della sede di via de' Burrò; fu una sistemazione transitoria poiché durante il secondo conflitto mondiale tali locali vennero utilizzati come rifugi antiaerei e il materiale documentario fu trasferito in altri ambienti alla cui umidità si aggiunse un allagamento avvenuto nel 1946.


 Negli anni '60 il cav. Alberto Rossi, archivista della Camera, effettuò un primo riordinamento e inventario parziale del fondo di Civitavecchia; la lacuna più vistosa evidenziata da questo riordinamento riguarda la serie dei verbali delle riunioni del Consiglio della Camera che risultano perduti.


 L'intervento di schedatura e di inventariazione della fine degli anni '90, a cura della Sovrintendenza Archivistica per il Lazio e che viene riprodotto nell'archivio on-line, ha riguardato la totalità del materiale che compone l'archivio storico della Camera di commercio di Civitavecchia, riordinato seguendo principi che in parte differiscono da quelli adottati nell'intervento del 1960. Rossi aveva diviso il materiale archivistico secondo partizioni storico-cronologiche in quattro periodi (1828-1870; 1870-1880; 1881-1890; 1901-1933); nel più recente intervento è stato adottato un criterio che mantenesse l'unitarietà della documentazione ordinata secondo i tre diversi titolari, ricostruiti in base alle segnature riportate sulla coperta dei singoli fascicoli o sul verso degli stessi documenti.

 

Vai alla consultazione dell'archivio

- Inizio della pagina -
Bottone HomePage

2013 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dall'ente

C.F. 80099790588 - P.I. 01240741007 - Codice Univoco KIRGLW

per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it
Avviso formati comunicazioni  PEC

mappa del sito | elenco siti tematici | contatti | credits | privacy | note legali | accessibilità | social media policyvaluta questo sito

Logo W3C CSS Logo W3C XHTML RSS

Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it