Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma - Clausole vessatorie

Servizi a tutela del consumatore

Home Page » Servizi » Tutela del consumatore » Contrattualistica » Clausole vessatorie
Clausole vessatorie

Nei contratti che regolano l'acquisto di beni e la fornitura di servizi, che hanno come parti il consumatore e l'imprenditore, è frequente trovare delle clausole, che si definiscono vessatorie e comportano taluni svantaggi o taluni oneri eccessivi per il consumatore.

Tale fenomeno è maggiormente riscontrabile quando sono gli imprenditori a predisporre modelli, formulari o condizioni generali di contratto per facilitare la gestione di molteplici contratti della stessa specie. A tali modelli, formulari o condizioni generali il consumatore è chiamato semplicemente ad aderire con la propria sottoscrizione senza potervi, di regola, apportare modifiche.

Una direttiva comunitaria, la 93/13/CEE è intervenuta sulla materia; in Italia tale direttiva è stata recepita attraverso la L. 6 febbraio 1996, n. 52 (Legge comunitaria 1994) i cui contenuti si trovano negli artt. 33 e seguenti del Codice del Consumo (D. Lgs. 206/2005).

La Camera di Commercio di Roma, ai sensi dell'art. 2, comma 2, della L. 580/1993, promuove forme di controllo sulla presenza di clausole inique inserite nei contratti e predispone contratti-tipo tra imprese, loro associazioni e associazioni di tutela degli interessi dei consumatori e degli utenti.
 

L'ufficio riceve segnalazioni a mezzo posta, fax, e-mail, circa prospettazioni di ipotesi di vessatorietà di clausole presenti nelle condizioni generali di contratto e svolge apposita istruttoria generale sull’intero settore di mercato, ma non ha tra i suoi compiti quello di prestare ristoro ad eventuali danni derivanti al consumatore dalla sottoscrizione di contratti contenenti clausole vessatorie.

In materia di clausole vessatorie le modifiche apportate nel 2012 al Codice del Consumo con l’art. 37 bis hanno riconosciuto all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato poteri accertatori e sanzionatori. Si rimanda al sito per ogni ulteriore approfondimento: http://www.agcm.it/consumatore.html

Per la soluzione di vertenze tra  consumatori ed imprese, attraverso sistemi alternativi alla giustizia ordinaria, si rimanda al sito della Camera arbitrale.

Per consultare la documentazione riguardante la regolazione del mercato (pareri, contratti) accedi alla banca dati INFOJUS .
 

Costi

L'esame dei casi di sospetta vessatorietà che vengono segnalati è un servizio gratuito nell'interesse della collettività.

Contatti

Contrattualistica e concorrenza
Ufficio competente: Area VI Attività Abilitative ed Ispettivo-Sanzionatorie
Indirizzo: Viale Oceano Indiano, 17 - 00144 Roma
Orari: Dal lunedì al venerdì: 8.45 - 12.30 / 13.30 - 15.00
Telefono: 0652082914 - 0652082913
Fax: 0652082780
ultima modifica: 19/06/2013

2013 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dall'ente

C.F. 80099790588 - P.I. 01240741007 - Codice Univoco KIRGLW

per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it
Avviso formati comunicazioni  PEC

mappa del sito | elenco siti tematici | contatti | credits | privacy | note legali | accessibilità | social media policy

Logo W3C CSS Logo W3C XHTML RSS

- Inizio della pagina -
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa
Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it