Sezione salto di blocchi

Fiere

Riferimenti

Filiere produttive e Fiere
Ufficio competente: Area III Promozione e Sviluppo - Struttura "Investimenti e Promozione"
Posta elettronica certificata: areapromozionesviluppo@rm.legalmail.camcom.it
Indirizzo: Via de' Burrò, 147 - 00186 ROMA
Orari: Dal lunedì al venerdì: 8.30 - 12.30 / 13.30 - 15.00
Telefono: 06 5208 25 71 - 06 5208 20 65
Manifestazione di interesse per la partecipazione a "CASAIDEA" Fiera di Roma, 18 - 26 marzo 2023
Fiera di Roma-
dal 18-03-2023
al 26-03-2023
Tipologia: Aperta al pubblico

La Regione Lazio e la Camera di Commercio di Roma intendono realizzare una collettiva di n. 37 imprese del Lazio in occasione della manifestazione CASAIDEA, che si svolgerà dal 18 al 26 marzo 2023 presso la Fiera di Roma, organizzando uno spazio espositivo per ospitare gratuitamente le aziende rappresentative delle migliori produzioni del Lazio.

La partecipazione è sostenuta con i Fondi PR FESR 2021-2027 per le imprese laziali e con i fondi della Camera di Commercio di Roma per le imprese di Roma e provincia. 

Gli Enti promotori daranno opportuna diffusione sui rispettivi siti istituzionali e su tutti i canali di comunicazione utilizzati per promuovere le iniziative. 

Settori merceologici ammissibil

I settori merceologici ammissibili sono: 

  • Tessuti e rivestimento d'arredo;
  • Carta da parati; Complementi d'arredo;
  • Complementi per la cucina; 
  • Tendaggi;
  • Restauro;
  • Infissi;
  • Impiantistica;
  • Ristrutturazione;
  • Climatizzazione. 

Spazio espositivo 

Servizi inclusi per gli spazi espositivi da 12 mq ciascuno (larghezza m. 4 x profondità m. 3): 

  • Pannellatura perimetrale ;
  • Moquette; 
  • Scritta centrale con insegna espositore e Loghi degli Enti (Regione Lazio e Camera di Commercio di Roma);
  • Impianto elettrico (4 spot da 100 watt e 1 presa 16A); 
  • Assicurazione RCT;
  • Oneri per la sicurezza; 
  • N. 3 Tessere espositore, n. 10 biglietti di ingresso e n. 1 pass auto. 

Modalità di presentazione della domanda di partecipazione 

Le aziende interessate a partecipare alla collettiva regionale dovranno, entro e non oltre le ore 21,00 del 16 marzo 2023 (termine prorogato) e pena l’esclusione:

Criteri di ammissibilità generali 

  • correttezza dell'iter amministrativo di presentazione della domanda di partecipazione (rispetto delle modalità e dei tempi); 
  • completezza della domanda di partecipazione.

Requisiti di ammissibilità per le imprese invitate a partecipare 

  • essere MPMI, come classificate nell’Allegato I del Regolamento (UE) n. 651/2014, in forma singola o associata in Consorzi, Società Consortili o Reti di imprese con personalità giuridica (Reti-soggetto), definite ai sensi dei commi 4-ter e 4-quater dell’art. 3 del Decreto Legge n. 5 del 10 Febbraio 2009, convertito, con modificazioni, nella Legge n. 33 del 09 Aprile 2009 e ss.mm.ii., al momento della presentazione della manifestazione di interesse;
  • essere regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese della C.C.I.A.A. competente per territorio e in regola, al momento della presentazione della manifestazione di interesse o comunque entro i termini di chiusura di presentazione della stessa, con il pagamento del diritto annuale e con la dichiarazione dell’attività esercitata;
  • esercitare, in relazione alla sede laziale, un’attività economica coerente con il settore;
  • non essere beneficiarie di agevolazioni pubbliche relative alla partecipazione alla manifestazione fieristica in questione né abbiano presentato domande di agevolazione per partecipare alla medesima manifestazione;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, attive e non siano sottoposte né siano state sottoposte, nei cinque anni precedenti, a procedure di liquidazione volontaria, liquidazione coatta, fallimento, concordato preventivo (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale) ed ogni altra procedura concorsuale né abbiano in corso un procedimento per la dichiarazione di una delle suddette situazioni;
  • possedere capacità di contrarre ovvero non siano state oggetto di sanzione interdittiva o altra sanzione che comporti il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione;
  • non avere Amministratori e/o Legali Rappresentanti che siano stati condannati con sentenza passata in giudicato ovvero nei cui confronti sia stato emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 c.p.p., per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale (è comunque causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per reati di partecipazione ad un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio);
  • non avere Amministratori e/o Legali Rappresentanti che si siano resi colpevoli di false dichiarazioni nei rapporti con la Pubblica Amministrazione;
  • essere in regola con il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, ovvero:
  • non essere soggetti agli obblighi in materia di regolarità contributiva e, quindi, non essere tenuti all’iscrizione presso alcun Ente previdenziale o assistenziale

Il possesso dei requisiti è attestato mediante dichiarazioni rese al momento della partecipazione attraverso il modulo di manifestazione di interesse.

Tali dichiarazioni possono essere verificate così come stabilito dall’art. 71 comma 1 del D.P.R. 445 del 28.12.2000, come modificato dall’art. 264 del D.L. 19 maggio 2020 n. 34, con applicazione, nel caso di dichiarazioni mendaci, della decadenza dai benefici e delle sanzioni penali, rispettivamente previste dagli artt. 75 e 76 del medesimo D.P.R., come da ultimo rese più severe per effetto del citato articolo 264.

Condizioni di esclusione 

Sono escluse dalla partecipazione le imprese morose nei confronti degli organizzatori per somme relative a precedenti manifestazioni, ovvero morose nei confronti di altri organismi in collaborazione con i quali gli organizzatori promuovono le iniziative. 

Criteri di selezione e comunicazione di ammissione 

Gli spazi espositivi saranno assegnati a ciascuna impresa secondo l’ordine cronologico di presentazione della Manifestazione di interesse, trattandosi di procedura a sportello. 

Le imprese ammesse riceveranno apposita comunicazione riguardo alle modalità di organizzazione e gestione del proprio stand e saranno invitate a confermare la propria partecipazione secondo i termini e le modalità contenute nella stessa. Il mancato rispetto dei termini comporterà l’esclusione dell’azienda. La mancata partecipazione senza giustificato motivo potrebbe essere causa di esclusione dell’impresa ad iniziative future organizzate da Regione Lazio e Camera di Commercio di Roma. 
Si segnala, inoltre, che la suddetta manifestazione di interesse non vincola gli Enti promotori che si riservano, in qualsiasi momento, di poter annullare, qualora le circostanze lo richiedessero, l’organizzazione della collettiva regionale alla Fiera in oggetto.
 
Regime di aiuto

Considerata la volontà degli Enti promotori di venire incontro alle esigenze delle imprese selezionate in collettiva, la partecipazione alla manifestazione è gratuita, nel rispetto dei limiti del regime “de minimis”, fermo restando che rimangono a carico delle stesse le spese relative ad ogni ulteriore servizio extra di personalizzazione richiesto dalle imprese medesime. 
Il sostegno alle imprese si configura quale aiuto indiretto, per la partecipazione alle iniziative e manifestazioni promosse dalla Regione Lazio e dalla Camera di Commercio di Roma e sarà concesso nel rispetto delle disposizioni di cui al Regolamento (UE) n.1407/2013 del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis”. 
A seguito dell’obbligo di consultazione preventiva e di implementazione del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato, di cui al Regolamento MISE n. 115 del 31 maggio 2017, gli importi relativi alle agevolazioni concesse verranno conseguentemente inseriti nel suddetto Registro, fino ad un importo massimo di € 2.650,00 (duemilaseicentocinquanta/00) euro per impresa. 
Come previsto dall’art. 3 par. 7 dello stesso Regolamento, qualora la concessione di nuovi aiuti de minimis comporti il superamento dei massimali previsti, nessuna delle nuove misure di aiuto può beneficiare del Regolamento. 
L’importo massimo delle agevolazioni in regime “de minimis” che possono essere concesse ad una medesima impresa in un triennio (l’esercizio finanziario in corso e i due precedenti), senza la preventiva notifica ed autorizzazione da parte della Commissione Europea e senza che ciò possa pregiudicare le condizioni di concorrenza tra le imprese, è pari a € 200.000,00.
In caso di superamento delle soglie predette, l’agevolazione suindicata non potrà essere concessa, neppure per la parte che non superi detti massimali. 
Si fa presente che ciascuna impresa può monitorare l’importo delle agevolazioni in regime “de minimis” di cui ha beneficiato a far data dal 12 agosto 2017, sul sito del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato nella sezione Trasparenza al seguente link: 
https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx

PRIVACY 
I dati forniti saranno trattati dagli Enti promotori e dall’Ente organizzatore in osservanza di quanto disposto dal Regolamento UE 679/2016 sulla protezione dei dati personali. 

Per informazioni rivolgersi a: 
Per la Regione Lazio: Regione Lazio – Direzione per lo sviluppo economico, le attività produttive e la ricerca 
- e-mail: direzionesviluppoeconomico@regione.lazio.it 
- tel. 06 5168 6720; 

Per la Camera di Commercio di Roma: Area III Promozione e Sviluppo - Servizio Filiere produttive e Fiere 
- e-mail: attivita.promozionali@rm.camcom.it 
- tel. 06 5208 2571 - 2065 

Tutta la modulistica è consultabile e scaricabile sui seguenti siti Istituzionali: 
www.regione.lazio.it
www.lazioeuropa.it
www.rm.camcom.it
 

 

Periodo utile per la presentazione delle domande di partecipazione: fino al 16-03-2023
ultima modifica: giovedì 16 marzo 2023