Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma - Fatturazione elettronica per i fornitori della CCIAA

Sito istituzionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma: informazioni, modulistica, servizi.

Seguici sul nostro account Twitter Seguici tramite feed RSS
Home Page » Canali » Camera » Fatturazione elettronica per i fornitori della CCIAA
Fatturazione elettronica per i fornitori della CCIAA

La legge finanziaria 2008 ha introdotto l’obbligo della fatturazione elettronica nei rapporti economici tra pubblica amministrazione e fornitori, in un’ottica di trasparenza, monitoraggio e rendicontazione della spesa pubblica (legge n. 244 del 2007, articolo 1, commi 209-214).

Si tratta di un obbligo di legge che cambierà radicalmente i rapporti tra pubblica amministrazione e fornitori. Tale obbligo è scattato dal 06/06/2014 nei confronti dei Ministeri, delle Agenzie fiscali e degli enti nazionali di previdenza, mentre per effetto dell’art. 25 D.L. 66/2014 per tutte le altre pubbliche amministrazioni, incluse le Camere di Commercio, entra in funzione dal 31/03/2015.

Informativa per i fornitori della Camera di Commercio di Roma anche ai fini dello Split Payment

AI FORNITORI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA

Si comunica che a partire dal 31/3/2015, in virtù delle disposizioni contenute nel D.M. 55/2013, le fatture nei confronti della Camera di Commercio di Roma, dovranno essere emesse in forma elettronica e trasmesse per il tramite del “Sistema di Interscambio” (SDI), gestito dall'Agenzia delle Entrate, che provvede al controllo delle fatture prima che siano inoltrate alle Amministrazioni destinatarie.

Le fatture nel formato FatturaPA dovranno essere indirizzate al seguente Codice Univoco Ufficio attribuito alla Camera di Commercio di Roma dall’IPA (Indice delle Pubbliche Amministrazioni): KIRGLW

Il Codice Univoco Ufficio è un’informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SDI), di recapitare correttamente la fattura elettronica all’Ufficio destinatario. Nel mese di dicembre 2014 la Camera di Commercio di Roma ha comunicato il proprio Codice Univoco ai fornitori con i quali ha avuto rapporti commerciali nell’ultimo biennio.

Si fa presente che, ai sensi dell’art. 25 del D.L. 66/2014, non potranno essere pagate le fatture elettroniche che non riportino correttamente il Codice Identificativo di Gara (CIG), ove previsto dalle vigenti norme in materia di contratti pubblici per la tracciabilità dei flussi finanziari e il Codice Unico di Progetto (CUP) in caso di fatture riferite a progetti di investimento pubblico.


Altri elementi obbligatori della fattura elettronica sono quelli da indicare nella sezione “Esigibilità' IVA, tra i quali si identifica il codice “S” ai fini dell’assoggettamento allo “Split Payment” previsto dalla Legge di Stabilità 2015 (art. 1, comma 629, lett. b), della Legge n. 190/2014). Si ricorda che il meccanismo dello Split Payment non si applica:

  • ai compensi per prestazioni di servizi assoggettate a ritenuta d’acconto, per i quali l’imposta resta dunque applicabile nei modi ordinari
  • alle fatture emesse in regime di reverse charge.


Per agevolare il processo di registrazione e pagamento della fattura si raccomanda di indicare nella sezione “Dati relativi all’ordine di acquisto” il numero dell’ordine comunicato dai nostri Uffici.

Nel Formato_FatturaPA_tabellare_V1.1.xls è possibile verificare tutti i campi obbligatori, le codifiche, il formato e i valori ammessi. A tal fine, per agevolare la compilazione della fattura, in tutti i suoi elementi obbligatori, si può consultare, a titolo esemplificativo, lo schema di fattura precompilata dalla Camera.

La fattura si potrà considerare emessa solo dopo che abbia superato i controlli effettuati del Sistema di Interscambio. La Camera di Commercio avrà 15 gg. di tempo per accettare o rifiutare la fattura trasmessa, se priva di quegli elementi che non le consentono di procedere al pagamento (vedi note operative per la Notifica di Scarto del Sistema di Interscambio e la Notifica di Rifiuto da parte dell’Ente).
Si precisa che l’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione non modifica le regole fiscali o amministrative, bensì va a modificare la sola modalità di trasmissione – e di successiva conservazione – delle fatture.


I fornitori della Camera di Commercio di Roma si potranno rivolgere a:

Responsabile della P.O. Pianificazione e Gestione Fiscale
Sig.ra Cinzia Pitruzzella
Via de’ Burrò, 147
Tel.0652082552-2616
email: tributario@rm.camcom.it


Normativa di riferimento:

ultima modifica: 01/04/2015

2013 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dall'ente

C.F. 80099790588 - P.I. 01240741007 - Codice Univoco KIRGLW

per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it
Avviso formati comunicazioni  PEC

mappa del sito | elenco siti tematici | contatti | credits | privacy | note legali | accessibilità | social media policyvaluta questo sito

Logo W3C CSS Logo W3C XHTML RSS

- Inizio della pagina -
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa
Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it