Tutti gli avvisi

Al via la verifica della permanenza dei requisiti previsti dalla legge n. 204/1985 e s.m.i. per lo svolgimento dell' Attività di Agente e/o Rappresentante di Commercio
Data pubblicazione: 20-11-2020

Data pubblicazione 20/11/2020


La procedura di verifica riguarda tutte le imprese, nonché i soggetti che, in qualità di preposto/responsabile tecnico, esercitano l’attività da almeno 5 anni.
Per la conferma del possesso dei requisiti, occorre inviare una pratica telematica di Comunicazione Unica allegando i modelli di autocertificazione dei requisiti, integralmente e correttamente compilati.

Si avverte che la mancata presentazione della documentazione richiesta o la perdita dei requisiti comporterà l’adozione del provvedimento di inibizione alla continuazione dell’attività.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione dedicata: Verifica dinamica permanenza requisiti

 

ATTENZIONE: sospese le prove di esame per l'iscrizione al Ruolo Conducenti fino al 26 novembre 2020
Data pubblicazione: 09-11-2020

A seguito della pubblicazione del DPCM del 3 novembre 2020 (art. 1 c. 9 lett. z), che dispone sull'intero territorio nazionale la sospensione delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e quelle di abilitazione all'esercizio delle professioni, si comunica a tutti i candidati convocati per le sedute d'esame 2020 per l'iscrizione al Ruolo Conducenti che sono sospese le prove d’esame fino al 26 novembre 2020.

Avvio dell'attività economica per impresa individuale
Data pubblicazione: 27-10-2020

Si rammenta che l'avvio dell'attività economica dell'impresa individuale deve essere contestuale o successivo alla prima istanza di Comunicazione Unica inviata.

BREXIT - Ripristino operazioni doganali tra Unione Europea e Regno Unito
Data pubblicazione: 19-10-2020

In base allo stato delle negoziazioni tra Unione Europea e Regno Unito un accordo sugli scambi non è raggiungibile nell'immediato e, pertanto, saranno ripristinate le normali operazioni doganali per gli scambi con il Regno Unito, seguendo le prime indicazioni fornite dalla breve guida della Commissione europea.

Va chiarito innanzitutto che tutte le cessioni di merci dall'Italia al Regno Unito rappresenteranno operazioni di esportazione (verso paese terzo - extra UE); sarà perciò necessario espletare formalità doganali a prescindere dalla negoziazione o meno di un accordo. Le procedure da seguire sono dettagliate espressamente e con chiarezza al link dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: la presentazione della dichiarazione, l'assegnazione del numero di riferimento dell’operazione M.R.N (Movement Reference Number), l'attribuzione del DAE (Documento Accompagnamento Esportazione) e la ricevuta di uscita della merce sono ad oggi tutte attività informatizzate.

(https://www.adm.gov.it/portale/dogane/operatore/regimi-e-istituti-doganali/i-regimi-doganali/esportazione-1)  .

Va ricordato, inoltre, che per esportare verso Paesi extra UE, e quindi dal gennaio 2021 anche verso la Gran Bretagna, è necessario essere titolari di un codice EORI.

Questa è una formalità che gli operatori che fino ad oggi hanno svolto solo transazioni intracomunitarie dovranno adempiere in via preventiva, per poter garantire la continuità di invio delle proprie merci nel Regno Unito; gli operatori sprovvisti di tale codice fin da ora possono prendere contatti con le Autorità doganali per ottenerlo (in allegato una scheda di sintesi specifica redatta da Agenzia ICE).

Il Governo britannico già nel luglio scorso aveva pubblicato un primo modello operativo sulle operazioni tra Gran Bretagna e Unione Europea, che è stato recentemente aggiornato con ulteriori informazioni (in allegato la seconda edizione aggiornata ad ottobre 2020).

Le linee guida - rivolte prevalentemente agli operatori inglesi - forniscono tuttavia dettagli per le imprese e i passeggeri su come opererà il confine GB-UE dopo la fine del periodo di transizione.

Il contenuto molto dettagliato riporta informazioni sui cambiamenti, le formalità e la documentazione necessaria per prepararsi all'uscita del Regno Unito dal mercato unico e dall'unione doganale dell'UE dopo il periodo di transizione.

I passaggi fondamentali del documento chiariscono che si arriverà al pieno regime delle nuove operazioni doganali, con richiesta di documentazione maggiormente dettagliata, soltanto dal 1° luglio 2021. Questo approccio potrà dare alle imprese più tempo per organizzare la propria attività. La scheda allegata, predisposta dall'Agenzia ICE, riassume alcuni temi trattati nel documento, descrivendo l'introduzione dei controlli doganali all'importazione distinti in tre momenti: 1 gennaio 2021, 1 aprile 2021 e 1 luglio 2021, quando tutti i nuovi regimi doganali si prevede saranno completamente operativi. In particolare le procedure doganali si attiveranno con modalità e tempistiche diverse a seconda della tipologia della merce.

Per ciò che attiene le merci coperte da Convenzioni internazionali (ATA - TIR), l'operatività è prevista a partire dal 1 gennaio 2021. Di conseguenza è possibile che siano già  richiesti Carnet con destinazione Regno Unito a partire dalla prima fase.

Questa vuole essere una prima informativa alle imprese interessate al mercato britannico, con particolare riferimento agli operatori che, sino ad oggi, hanno operato solo in regime intracomunitario e che dovranno approcciare tutte le operazioni e misure connesse con i regimi doganali di esportazione e importazione.

Si invita a consultare periodicamente questo sito per eventuali novità

The border operating model 

How to import goods  from the EU into GB from January 2021

 

Guida Brexit ( 184 kb .pdf)

Linee Guida Brexit Dogane ( 108 kb .pdf)

Scheda_ICE_Codice EORI_istruzioni pratiche ( 312 kb .pdf)

Scheda_ICE_CONTROLLI DOGANALI IN TRE FASI ( 259 kb .pdf)

COMUNICAZIONI URGENTI
Data pubblicazione: 18-09-2020

Come noto, start-up e PMI innovative, per mantenere l’iscrizione nella sezione speciale del Registro delle Imprese, devono procedere annualmente alla comunicazione di conferma del possesso dei requisiti entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio di esercizio, trasmettendo un’istanza telematica contenente la dichiarazione di atto notorio del legale rappresentante che attesti il permanere dei requisiti di legge.

L’omissione, equiparata dal Legislatore alla perdita dei requisiti, comporterà la cancellazione dalla sezione speciale ai sensi degli artt. 25, comma 16 del D.L. n. 179/2012 convertito, con modifiche, nella L. n. 212/2012 (start up innovative) e 4, comma 7 del D.L. n. 3 del 2015 convertito, con modifiche, nella L. n. 33/2015 (PMI innovative).
L’art. 106 del Decreto Cura-Italia (D.L. n.18/2020 convertito in L. n. 24/2020) ha fissato, in ragione dell’emergenza epidemiologica, in 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale, il termine per la convocazione dell’assemblea che approva il bilancio, prorogando - di conseguenza - al 31 luglio il termine per la presentazione della predetta dichiarazione.
Tuttavia si ritiene applicabile l’istituto del “ravvedimento operoso” qualora l'impresa provveda, seppur tardivamente, al deposito dell’attestazione del mantenimento dei requisiti  entro un brevissimo termine (circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 10 settembre u.s.).

In proposito la Camera ha trasmesso, a mezzo posta elettronica certificata, a tutte le startup e PMI innovative iscritte nella propria circoscrizione territoriale, apposita nota sollecitando le imprese coinvolte a procedere, entro un brevissimo termine di 5 giorni dal ricevimento di detta nota, alla trasmissione della domanda di conferma annuale del possesso dei requisiti o, qualora detto adempimento sia già stato trasmesso ma sia risultato irregolare, a provvedere alla regolarizzazione nel medesimo termine.
Qualora la startup o la PMI innovativa, per irregolarità riscontrate nel proprio domicilio digitale (P.E.C non attiva o scaduta, etc.), non abbia ricevuto la sopra richiamata nota, dovrà preliminarmente regolarizzare il proprio domicilio digitale nel Registro delle Imprese nonché provvedere, entro un brevissimo termine (5 giorni dalla pubblicazione del presente avviso) a trasmettere, al Registro delle Imprese, la domanda relativa alla conferma annuale del possesso dei requisiti.

CIRCOLARE MISE 10_9_2020.PDF

Certificati di origine per la Turchia
Data pubblicazione: 17-09-2020

Si informa che in Turchia è entrato in vigore un nuovo regolamento che stabilisce l’obbligo di menzione del Paese di origine nei Certificati di Origine.

Pertanto, nella casella 3) del Certificato di Origine andrà indicato:  Unione Europea seguita sempre dallo specifico Paese di origine o anche da più Paesi, nel caso di beni originari in diversi Paesi UE.

L’indicazione della sola “Unione Europea” non sarà più accettata dalle Dogane turche.

Accordo di libero scambio UE - Vietnam in vigore dal 1° agosto 2020
Data pubblicazione: 05-08-2020

Con comunicato del 12 giugno 2020 l'Agenzia delle Dogane ha informato che, nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea L 186 del 12 giugno 2020, è stato pubblicato il recente Accordo di libero scambio, siglato a Bruxelles il 30 marzo 2020, tra l'Unione europea e la Repubblica socialista del Vietnam e che la data di entrata in vigore dell’Accordo sarebbe stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

La data di entrata in vigore dell'accordo è stata fissata al 1 agosto 2020.

L’Accordo in questione prevede la soppressione quasi totale (99%), nell'arco temporale di 10 anni, dei dazi doganali tra le parti contraenti anche sui principali prodotti europei di esportazione verso il Vietnam: macchinari, automobili e prodotti chimici.

 

Video formazione a distanza durante l'isolamento da coronavirus
Data pubblicazione: 19-05-2020
La necessità di tenere studentesse e studenti lontani dagli Istituti scolastici per contenere il propagarsi del virus sta avendo effetti sul normale iter d’istruzione e formazione. Per ovviare a queste conseguenze, la Camera di Commercio, tramite le metodologie di didattica alternativa che sfruttano le possibilità offerte dalla tecnologia e dalla rete, mette a disposizione delle scuole i propri spazi, in maniera totalmente gratuita per le scuole, attraverso video formativi dedicati all’orientamento al lavoro e alla formazione.

Nell’ambito dei "Percorsi per le competenze trasversali e l'orientamento (ex Alternanza Scuola-Lavoro)" destinati alle classi III, IV e V degli Istituti Superiori di Secondo Grado, la Camera di Commercio di Roma, attraverso la sua Azienda Speciale Formacamera, offre un valido strumento di apprendimento e orientamento al lavoro.
Al link https://www.formacamera.it/progetti/asl/ sono disponibili:

  • il video-corso "Bilancio delle Competenze", che permette di mettere a punto un progetto professionale attraverso l’analisi sistematica delle caratteristiche personali con l’utilizzo di materiali strutturati quali test e/o schede di autoanalisi.
     
  •  il video-corso "Come scrivere il Curriculum Vitae", che illustra come rendere efficace il Curriculum Vitae affinchè rappresenti al meglio la propria esperienza personale e lavorativa, le competenze acquisite, i punti di forza e le aspettative, con precisione e metodo."


Tutte le scuole interessate possono contattare Forma Camera - Azienda Speciale della CCIAA di Roma al n. 06571171 o attraverso la casella di posta elettronica info@formacamera.it

PRENDI VISIONE DELL'AVVISO PRIMA DI RECARTI PRESSO LE SEDI DELLA CCIAA DI ROMA: aggiornamenti sulle modalità di erogazione temporanee dei servizi durante la fase 2 dell'emergenza Covid19
Data pubblicazione: 03-05-2020

Dal 4 maggio i  servizi della Camera di Commercio saranno sempre improntati su misure di adeguata protezione e - comunque - volte a limitare quanto più possibile l’afflusso dell’utenza presso le sedi aperte al pubblico.

L'accesso ai servizi continuerà ad essere fruibile on-line ed in alcuni casi solo su appuntamento con le modalità di seguito descritte.

Bandi per il sostegno alla competitività delle imprese e per lo sviluppo economico del territorio. Proroga dei termini di attività e di rendicontazione.
Data pubblicazione: 30-04-2020

Si comunica che con Deliberazione di Giunta n. 45 del 16 aprile 2020, i termini di conclusione delle attività e i termini di rendicontazione per i singoli progetti finanziati nell’ambito delle precedenti edizioni del Bando per il sostegno alla competitività delle imprese e per lo sviluppo economico del territorio sono prorogati di 3 mesi.

Per ulteriori informazioni:

Struttura Organizzativa Sviluppo del territorio e competitività delle imprese: contributiecredito@rm.camcom.it

Sospensione attività alternanza scuola lavoro per emergenza sanitaria in corso
Data pubblicazione: 25-03-2020

Le attività della Camera di Commercio di Roma a supporto delle imprese che intendono ospitare studenti in Alternanza Scuola Lavoro sono momentaneamente sospese per l’emergenza epidemiologica Covid-19 ma è possibile svolgere da remoto alcune azioni fondamentali e propedeutiche alla ripresa delle attività!

È possibile iscriversi gratuitamente al Registro nazionale Alternanza Scuola Lavoro, il portale delle Camere di Commercio, creando così il profilo dell’impresa ed essere immediatamente operativi alla riapertura delle scuole.

Iscriversi è semplice: basta indicare il codice fiscale dell’impresa e del legale rappresentante, compilare le informazioni sul percorso formativo offerto e firmare digitalmente il file XML ottenuto al termine della compilazione o utilizzando solamente la PEC dell’impresa.

È possibile anche utilizzare la procedura di iscrizione assistita messa a disposizione dalla Camera. Basta scaricare il modulo, compilarlo e seguire le istruzioni ivi contenute.

L’iscrizione non ha limiti di tempo, non è soggetta a rinnovo e può essere modificata, sempre gratuitamente, in qualunque momento.

Indetto bando di esame relativo ai mediatori marittimi sezione ordinaria
Data pubblicazione: 05-02-2020

E’ indetta con determinazione dirigenziale n. 162/AREA IV/BC del 30/12/2019 una sessione d’esame per l'esercizio dell'attività di mediazione marittima - Sezione ordinaria, il cui avviso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4° Serie Speciale – Concorsi ed Esami n. 10 del 04/02/2020.

La domanda di ammissione alla prova di esame, redatta in bollo da Euro 16,00, dovrà pervenire alla Camera di Commercio di Roma - Servizio Segreterie Commissioni, Viale Oceano Indiano n. 17 (00144) Roma.

La data di scadenza per la presentazione delle domande è il 05/03/2020.

Per maggiori informazioni consultare il Bando.

GUIDA ALLA VIDIMAZIONE E BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI
Data pubblicazione: 09-01-2020

Scarica la Guida completa in pdf per la vidimazione e la bollatura dei libri contabili

GUIDA ALLA VIDIMAZIONE E BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI (pdf - 1 MB)

Entrata in vigore dei nuovi piani di controllo - ocm vino dal 1° agosto 2019
Data pubblicazione: 31-07-2019

Avviso sull'entrata in vigore dei nuovi piani di controllo pubblicati a partire dal 1° agosto 2019.

Avviso
Data pubblicazione: 20-05-2019

Si informa che il Decreto legge 30 aprile 2019, n. 34, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 100 di pari data e in vigore dal 1° maggio 2019, all'art. 42 prevede la riapertura del periodo transitorio disposto dall'art. 18, co. 2 del D.M. 93/2017.

Di conseguenza, i Laboratori che abbiano formalizzato l'avvio dell'iter di accreditamento al 18 marzo 2019 possono riprendere le attività di verificazione periodica per le quali erano già abilitati ai sensi delle norme previgenti ed interrotte a tale data.

Viene altresì estesa tale facoltà anche a quei soggetti che presenteranno domanda di accreditamento entro il termine del 30 settembre 2019.

Pertanto, ad oggi e sino al 30 giugno 2020, i soggetti che possono eseguire la verificazione periodica degli strumenti di misura sono quelli presenti nel seguente elenco:

http://www.metrologialegale.unioncamere.it/upload/file/rganismi%20DL%2034.pdf

Rinnovo cariche sociali - novità dalla CCIAA di Roma per la presentazione delle domande al Registro delle Imprese
Data pubblicazione: 22-03-2019

Si rende noto alla gentile utenza che, a decorrere dal 2 maggio p.v., la procura speciale, conferita agli intermediari per l’esecuzione degli adempimenti pubblicitari nel Registro delle Imprese dai soggetti legittimati o obbligati, NON potrà essere più utilizzata per la presentazione delle domande relative al rinnovo degli organi sociali.

In particolare, dovranno essere sottoscritte con la firma digitale del soggetto legittimato o obbligato, come individuato dalla norma che disciplina lo specifico adempimento pubblicitario (amministratore, liquidatore, sindaco, procuratore ecc.), le seguenti domande:

  • nomina/conferma/cessazione amministratori;
  • nomina/conferma/cessazione sindaci;
  • nomina/cessazione liquidatori;
  • nomina/conferma/cessazione revisori;
  • conferimento poteri amministratori.

Le suddette domande potranno comunque essere presentate, oltre che da un notaio, anche dagli iscritti all’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili, incaricati dal legale rappresentante della società, ai sensi dell’art. 31 della L. 340/2000 s.m.i. In tal caso, la distinta di presentazione potrà essere sottoscritta digitalmente solo dal professionista incaricato.

Attività di installazione e manutenzione di impianti da fonti di energia rinnovabili: requisiti professionali dei responsabili tecnici
Data pubblicazione: 26-11-2018

L’art. 15 del d.lgs n.28/2011, successivamente modificato dal D.L. n. 63/2013, convertito nella L. n.90/2013, ha introdotto un sistema di qualificazione obbligatoria dei responsabili tecnici delle imprese che esercitano attività di installazione e manutenzione di impianti gestiti da fonti di energia rinnovabili (FER).

Rientrano in tale disciplina gli impianti elettrici, elettronici e di condizionamento (lettere A, B, e C) e che riguardano, in particolare, l’installazione e la manutenzione di:

  • caldaie, caminetti e stufe a biomassa
  • sistemi solari fotovoltaici e termici sugli edifici
  • sistemi geotermici a bassa entalpia
  • pompe di calore

Con riferimento ai requisiti tecnico professionali, coloro che sono stati abilitati dopo l’1/8/2013 ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettera c) del DM n. 37/2008 (titolo o attestato di formazione professionale abbinato ad un periodo lavorativo di quattro anni presso imprese del settore), per ottenere anche la qualificazione per operare sugli impianti FER devono frequentare con esito positivo un corso di formazione regionale di n. 80 ore (secondo lo standard approvato dalla Conferenza Stato Regioni nella seduta del 22/12/2016).

Sono invece già in possesso di idonea abilitazione professionale anche per gli impianti FER, coloro che richiedono o hanno conseguito l’abilitazione professionale ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettere a), b) e d) del DM n. 37/2008 (laurea, diploma, esperienza lavorativa).

Per tutti coloro che operano nell’ambito degli impianti FER, viene, inoltre, introdotto l’obbligo, entro il 31/12/2019, di frequentare un apposito corso di formazione regionale di n. 16 ore, da ripetere ogni tre anni.
 

Dal 18 gennaio 2018 importazioni in India con il Carnet ATA
Data pubblicazione: 19-09-2018

Dal 18 gennaio 2018, le attrezzature professionali destinate a stampa, media, trasmissioni televisive, eventi sportivi, test, misurazione, calibrazione ecc. possono essere temporaneamente importate in India con il Carnet ATA.

L'importazione è regolata dalle leggi e regolamenti nazionali indiani, consultabili nel sito: https://www.cbec.gov.in/Customs-Notifications

Il materiale professionale dovrà essere riesportato dall'India entro 2 mesi dalla data di importazione.

Dal 1 agosto 2018 il Qatar è entrato a far parte del sistema ATA
Data pubblicazione: 19-09-2018

Dal 1 agosto 2018 il Qatar è entrato a far parte del sistema ATA, quale 78° Paese operativo nell'ambito della Convenzione ATA.
I Carnet saranno accettati per importare temporaneamente - in esenzione dal pagamento dei dazi doganali - le seguenti categorie di merci:

• MERCI PER FIERE E MOSTRE ED EVENTI SIMILARI

E' ammesso l'uso per:

• TRANSITO
• MERCI NON ACCOMPAGNATE

NON è ammesso per:

• TRAFFICO POSTALE
Consultare scheda paese al link: http://www.unioncamere.net/commercioEstero/ata/Qatar.htm

ATTENZIONE! Nuova direttiva per le esportazioni in IRAQ
Data pubblicazione: 28-05-2018

Si informa che per le esportazioni in IRAQ è in vigore una nuova direttiva sulla compilazione della casella 4) del Certificato di Origine.
La Sezione consolare dell’Ambasciata dell’IRAQ segnala l’obbligatorietà della compilazione della casella 4) che deve riportare in modo dettagliato sia l’itinerario della merce sia i diversi mezzi di trasporto utilizzati.
In allegato al Certificato di Origine, inoltre, dovrà essere fornita una dichiarazione, su carta intestata dell’impresa, firmata dal Legale rappresentante, relativa alla merce acquistata dalla società italiana fuori dal territorio italiano e destinata in Iraq, all’indicazione del paese di origine di acquisto e all’indicazione della lavorazione o dell’ultima modifica subita dalla merce prima di essere inviata in territorio iracheno.
Infine, nel caso in cui la società italiana spedisca merce in Iraq, senza passare per l’Italia, dovrà essere fornita una dichiarazione accompagnatoria al certificato di origine motivando l’itinerario della merce.

1 2 - - >
ultima modifica: martedì 25 febbraio 2020

Condividi

Tutti gli avvisi
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa