Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma - Archivio avvisi

Sito istituzionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma: informazioni, modulistica, servizi.

Seguici sul nostro account Twitter Seguici tramite feed RSS
Home Page » Canali » Elenco Novità » Archivio avvisi
Archivio avvisi
La valorizzazione del patrimonio culturale e del turismo: Bando Manifestazione di interesse
Data pubblicazione: 07-02-2019

Al fine di promuovere le imprese della filiera turistica del Lazio, il Sistema delle Camere di Commercio del Lazio, con il coordinamento dell'Unione regionale, partecipa al Progetto Unioncamere nazionale, finanziato a valere sul Fondo di Perequazione e denominato: "La valorizzazione del patrimonio culturale e del turismo".

Nell’ambito del Progetto si prevede di individuare e selezionare quelle imprese del settore turistico che si siano distinte per un’offerta o una gestione di tipo innovativa, che abbiano apportato benefici sia al territorio che all’impresa stessa tale da poter essere considerata best practice di avanguardia replicabile per lo sviluppo economico locale.

Il bando interessa le aziende laziali della filiera turistica allargata trasversale a più settori che svolgano la propria attività sul territorio regionale.

Per partecipare alla selezione occorre compilare il Modulo manifestazione di interesse allegato, disponibile anche sul sito www.unioncamerelazio.it, e restituirlo entro il 28 febbraio 2019, all’indirizzo di posta elettronica: fdp@unioncamerelazio.it

Per informazioni:

Referenti: Consuelo Pedersini - Luigia Preziuso - Mario Di Nuzzo
telefono: 0669940153

Entrata in vigore dell'Accordo di Partenariato Economico UE - Giappone
Data pubblicazione: 28-01-2019

Dal 1° febbraio 2019 entrerà in vigore l'accordo di partenariato economico tra l'UE ed il Giappone (EPA).

Sul portale WorldPass, di cui viene riportato il link, si potranno trovare informazioni e documenti di dettaglio sui termini dell'accordo e sui punti chiave che lo caratterizzano:

http://www.worldpass.camcom.it/index.phtml?Id_VMenu=1358&nh=1&daabstract=1022

Come sempre avviene negli accordi commerciali una parte importante è dedicata all'origine delle merci ed al relativo trattamento preferenziale previsto per le parti contraenti.

Si riepilogano di seguito le principali questioni che riguardano l'origine (in ambito di origine preferenziale).

La dichiarazione di origine deve essere presentata dall'esportatore secondo il testo previsto dall'accordo all'annesso 3D (http://trade.ec.europa.eu/doclib/docs/2018/august/tradoc_157231.pdf#page=156) o in alternativa dall'importatore e non è prevista una certificazione da parte di autorità preposte.

Sulla dichiarazione è necessaria l'indicazione di un numero identificativo dell'operatore, sulla base della normativa nazionale (per l'UE si tratta del numero di iscrizione al REX, per la cui iscrizione è competente l’Agenzia delle Dogane).

Sul tema l'Agenzia delle Dogane ha pubblicato la nota allegata alla presente comunicazione che chiarisce le regole per l'attribuzione dell'origine previste dall'accordo (Capo 3 Sez. A) e la necessità di attivarsi con l'iscrizione al REX da apporre sulla dichiarazione di origine (Capo 3 Sez. B). Nella stessa nota l'amministrazione doganale fornisce notizie di dettaglio sulle modalità applicative delle prove di origine e sul contenuto dell'attestazione di origine.

Due sono le novità rispetto agli accordi già siglati con altri Paesi:

La dichiarazione prevista può essere riferita ad un'unica spedizione o a spedizioni multiple di prodotti identici con riferimento ad un arco temporale non superiore a 12 mesi.
Essa può essere fornita, in alternativa, anche dall'importatore - che ne assume in tal caso la responsabilità - sulla base degli elementi conoscitivi che il fornitore metterà a sua disposizione. In tal circostanza neanche il numero REX è necessario, in quanto la dichiarazione è resa dall'importatore giapponese.

Dal 9 gennaio 2019 la Cina ha ratificato gli allegati B2-B3 della Convenzione di Istanbul
Data pubblicazione: 17-01-2019

A partire dal 9 gennaio 2019, la Cina ha ratificato gli allegati B2-B3 (tranne i paragrafi b. e c. art. 2 relativi ai contenitori) della Convenzione di Istanbul.

Da tale data l'amministrazione doganale cinese autorizza l'importazione con Carnet ATA anche per materiale professionale e campioni commerciali.

Per maggiori dettagli è possibile consultare il sito di ICCWBO - International Chamber of Commerce World Business Organization #ICC
https://iccwbo.org/media-wall/news-speeches/application-ata-carnet-system-expands-china/

Avviso sessione straordinaria esame aprile, maggio e giugno 2019
Data pubblicazione: 14-01-2019

La Camera, al fine di ridurre i tempi di attesa per la partecipazione agli esami degli agenti di affari in mediazione, ha disposto una sessione straordinaria d’esame che si terrà dal mese di marzo fino alla fine del mese di maggio; ciò comporterà uno spostamento anticipato della data di esame per tutti coloro che sono stati convocati per le date assegnate nei mesi di aprile (4, 11 e 18 aprile), maggio (2, 9, 16, 23 e 30) e giugno (6, 13, 20 e 27).
Gli interessati riceveranno rettifica di convocazione con la nuova data di esame.

Fatturazione elettronica
Data pubblicazione: 28-12-2018

Si informa che la Legge di bilancio ha fissato al 1 gennaio 2019 la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici tra privati,nonché tra imprese/consumatori finali. In base a tali disposizioni, i privati ovvero le imprese sono tenuti a garantire la propria identificazione mediante un indirizzo PEC o attraverso un Codice Univoco Destinatario (se titolari di un canale di trasmissione già accreditato presso il Sistema di Interscambio-SDI) o attraverso un Codice Destinatario fornito dal soggetto intermediario o società di software che cura, per gli stessi, la propria fatturazione attiva.

Considerato che è obbligatorio acquisire tale informazione prima di emettere la fattura, è stato predisposto l’apposito modello da compilare ed inviare all’indirizzo PEC certificazioni@rm.legalmail.camcom.it

Per il consumatore finale, “non soggetto IVA”, la procedura rimane inalterata.

Per le Pubbliche Amministrazioni compilare lo specifico modulo e contattare gli operatori del Commercio estero all’indirizzo mail commercioestero@rm.camcom.it

Attività di installazione e manutenzione di impianti da fonti di energia rinnovabili: requisiti professionali dei responsabili tecnici
Data pubblicazione: 26-11-2018

L’art. 15 del d.lgs n.28/2011, successivamente modificato dal D.L. n. 63/2013, convertito nella L. n.90/2013, ha introdotto un sistema di qualificazione obbligatoria dei responsabili tecnici delle imprese che esercitano attività di installazione e manutenzione di impianti gestiti da fonti di energia rinnovabili (FER).

Rientrano in tale disciplina gli impianti elettrici, elettronici e di condizionamento (lettere A, B, e C) e che riguardano, in particolare, l’installazione e la manutenzione di:

  • caldaie, caminetti e stufe a biomassa
  • sistemi solari fotovoltaici e termici sugli edifici
  • sistemi geotermici a bassa entalpia
  • pompe di calore

Con riferimento ai requisiti tecnico professionali, coloro che sono stati abilitati dopo l’1/8/2013 ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettera c) del DM n. 37/2008 (titolo o attestato di formazione professionale abbinato ad un periodo lavorativo di quattro anni presso imprese del settore), per ottenere anche la qualificazione per operare sugli impianti FER devono frequentare con esito positivo un corso di formazione regionale di n. 80 ore (secondo lo standard approvato dalla Conferenza Stato Regioni nella seduta del 22/12/2016).

Sono invece già in possesso di idonea abilitazione professionale anche per gli impianti FER, coloro che richiedono o hanno conseguito l’abilitazione professionale ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettere a), b) e d) del DM n. 37/2008 (laurea, diploma, esperienza lavorativa).

Per tutti coloro che operano nell’ambito degli impianti FER, viene, inoltre, introdotto l’obbligo, entro il 31/12/2019, di frequentare un apposito corso di formazione regionale di n. 16 ore, da ripetere ogni tre anni.
 

Novità in materia di pagamento dei diritti di segreteria
Data pubblicazione: 24-10-2018

Si informa la gentile utenza che dal 5 Novembre 2018 il pagamento dei diritti di segreteria, a partire da 5,00 € (cinque euro), potrà essere effettuato solo ed esclusivamente tramite POS (bancomat, postamat, carta di credito).

Restano, comunque, ferme tutte le modalità di pagamento tramite conto corrente postale o bonifico postale, laddove previsto, per l’erogazione dei servizi, i cui riferimenti sono riportati sulle rispettive pagine del sito istituzionale.

Dal 1/10/2018 nuovo indirizzo di posta elettronica: reaindividualieartigiane@rm.camcom.it
Data pubblicazione: 01-10-2018

Dal 1 ottobre 2018, relativamente alla struttura "REA - Imprese individuali e artigiane" del Registro Imprese, si segnala che l'indirizzo di posta elettronica reaindividualieartigiane@rm.camcom.it sostituisce i seguenti recapiti:

  • artigianato@rm.camcom.it 
  • ditteindividuali@rm.camcom.it 
  • denuncerea@rm.camcom.it.

I suddetti indirizzi sono in fase di dismissione.

Dal 1/10/2018 è richiesta la regolarità del pagamento del diritto annuale per l'erogazione dei servizi di bollatura e vidimazione dei libri, rilascio carte azienda/officina e certificati Registro Imprese
Data pubblicazione: 20-09-2018

Si comunica che a partire dal prossimo 1° ottobre 2018, per poter richiedere la bollatura e vidimazione dei libri, le carte azienda e le carte officina, l’impresa o il soggetto R.E.A. dovranno essere in regola con il pagamento del diritto annuale relativo alle annualità 2018, 2017, 2016, 2015, 2014 e 2013.

Ai fini del rilascio dei certificati del Registro delle Imprese, l’impresa o il soggetto R.E.A. dovranno essere in regola con il pagamento del diritto annuale relativo all’ultimo quinquennio ovvero 2017, 2016, 2015, 2014 e 2013.

Per regolarizzare la propria posizione l’impresa potrà:

  • per le annualità non ancora iscritte a ruolo: richiedere direttamente allo sportello del Diritto Annuale, nelle giornate di apertura, l’emissione dell’atto di irrogazione, o all’indirizzo PEC: riscossioni@rm.legalmail.camcom.it, inviando l’apposito modulo disponibile sul sito istituzionale;
  • per le annualità già iscritte a ruolo: regolarizzare, presso l’Agente della Riscossione competente, le cartelle di pagamento emesse ed esibire la ricevuta di versamento. In particolare, per i pagamenti rateali, sarà necessario presentare l’accoglimento della richiesta da parte dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione con il relativo piano ed i pagamenti effettuati, oppure la prima rata se si tratta di nuova rateizzazione.

Qualora fosse stato omesso il versamento del tributo per il 2018 ci si potrà avvalere dell’istituto del ravvedimento operoso entro un anno dal termine del versamento.Sul sito della Camera di Commercio di Roma, nella sezione “Diritto Annuale”, all’indirizzo http://www.rm.camcom.it/pagina558_ravvedimento-operoso.html, è disponibile un foglio di calcolo che fornisce un ausilio al conteggio dell’importo totale da versare, attraverso l'inserimento dell'importo dovuto e della data prevista di versamento.

Dal 1 agosto 2018 il Qatar è entrato a far parte del sistema ATA
Data pubblicazione: 19-09-2018

Dal 1 agosto 2018 il Qatar è entrato a far parte del sistema ATA, quale 78° Paese operativo nell'ambito della Convenzione ATA.
I Carnet saranno accettati per importare temporaneamente - in esenzione dal pagamento dei dazi doganali - le seguenti categorie di merci:

• MERCI PER FIERE E MOSTRE ED EVENTI SIMILARI

E' ammesso l'uso per:

• TRANSITO
• MERCI NON ACCOMPAGNATE

NON è ammesso per:

• TRAFFICO POSTALE
Consultare scheda paese al link: http://www.unioncamere.net/commercioEstero/ata/Qatar.htm

Dal 18 gennaio 2018 importazioni in India con il Carnet ATA
Data pubblicazione: 19-09-2018

Dal 18 gennaio 2018, le attrezzature professionali destinate a stampa, media, trasmissioni televisive, eventi sportivi, test, misurazione, calibrazione ecc. possono essere temporaneamente importate in India con il Carnet ATA.

L'importazione è regolata dalle leggi e regolamenti nazionali indiani, consultabili nel sito: http://www.cbec.gov.in/Customs-Notifications

Il materiale professionale dovrà essere riesportato dall'India entro 2 mesi dalla data di importazione.

Dal 1 ottobre 2018 nuovi orari di sportello
Data pubblicazione: 20-07-2018

Si comunica che a far data dal 1 ottobre 2018 il Servizio di Deposito e Vidimazione Listini Prezzi è erogato con un nuovo orario di apertura al pubblico, nelle seguenti giornate:

  • Lunedì e Venerdì 08:45 - 12:30
  • Mercoledì 13:30 – 15:00
     
Dal 15 giugno 2018 le richieste di verificazione periodica per strumenti di misura non sono più accettate dall'Ufficio Metrico
Data pubblicazione: 15-06-2018

A decorrere dal 15 giugno 2018 l’Ufficio metrico della Camera di commercio di Roma non accetta più richieste di verificazione periodica per strumenti di misura.

Le stesse devono essere obbligatoriamente presentate agli “organismi” di cui al d.m. 93/2017 (art. 2, comma 1, lettera q – art. 18, comma 2).

Le richieste di verifica periodica che dovessero pervenire a questa Camera, a partire dalla data sopra riportata, saranno considerate irricevibili e pertanto equiparate ad una omessa richiesta; ne deriva che gli strumenti oggetto della medesima non potranno essere legittimamente utilizzati se non in caso di nuova richiesta presentata ad un organismo di cui al d.m. 93/2017 e da questi presa in carico.
Gli strumenti trovati in uso, in assenza di valida richiesta di periodica, secondo le modalità sopra descritte, saranno soggetti a sanzione amministrativa.

L’ufficio continuerà a ricevere solo le richieste di verifica periodica per gli strumenti per pesare a funzionamento non automatico da eseguire presso il proprio laboratorio fino al 31 dicembre 2018, previo appuntamento contattando i seguenti numeri: 5208.2399-2094-2095.

ATTENZIONE! Nuova direttiva per le esportazioni in IRAQ
Data pubblicazione: 28-05-2018

Si informa che per le esportazioni in IRAQ è in vigore una nuova direttiva sulla compilazione della casella 4) del Certificato di Origine.
La Sezione consolare dell’Ambasciata dell’IRAQ segnala l’obbligatorietà della compilazione della casella 4) che deve riportare in modo dettagliato sia l’itinerario della merce sia i diversi mezzi di trasporto utilizzati.
In allegato al Certificato di Origine, inoltre, dovrà essere fornita una dichiarazione, su carta intestata dell’impresa, firmata dal Legale rappresentante, relativa alla merce acquistata dalla società italiana fuori dal territorio italiano e destinata in Iraq, all’indicazione del paese di origine di acquisto e all’indicazione della lavorazione o dell’ultima modifica subita dalla merce prima di essere inviata in territorio iracheno.
Infine, nel caso in cui la società italiana spedisca merce in Iraq, senza passare per l’Italia, dovrà essere fornita una dichiarazione accompagnatoria al certificato di origine motivando l’itinerario della merce.

Dismissione servizio WebTelemaco
Data pubblicazione: 18-04-2018

Il servizio WebTelemaco è in fase di dismissione.

Tutti i contenuti informativi e le funzionalità rimangono accessibili da Telemaco e dal portale registroimprese.it.

  • Pratiche Registro Imprese
    Per inviare o verificare lo stato di avanzamento delle tue pratiche, vai qui ed effettua l'accesso a Telemaco
  • ComUnica
    Per informazioni sugli strumenti da utilizzare per l'invio pratiche di Comunicazione Unica vai qui.
  • Deposito Bilanci
    Per depositare il bilancio di un'impresa e per tutti gli strumenti per il formato XBRL vai qui.
  • Altri adempimenti camerali
    Per le altre pratiche camerali che non interessano il Registro Imprese, accedi direttamente da queste sezioni se sei già abilitato ai servizi:

 

Le funzionalità di webtelemaco.infocamere.it sono infatti completamente sostituite dal nuovo Telemaco mentre le pagine informative - per le quali non è necessaria autenticazione - sono presenti in registroimprese.it

Al via la verifica periodica della permanenza dei requisiti previsti dalla L. n. 39/1989 e s.m.i per lo svolgimento dell'attività di mediazione
Data pubblicazione: 13-04-2018

La procedura di verifica riguarda tutte le imprese, nonché i soggetti che, a qualsiasi titolo, esercitano l'attività di agente di affari in mediazione da almeno 4 anni.
Verranno, altresì, coinvolte le persone fisiche iscritte, da più di 4 anni, nell’apposita Sezione REA.

Per la conferma del possesso dei requisiti, occorre inviare una pratica telematica di Comunicazione unica allegando i modelli di autocertificazione dei requisiti, integralmente e correttamente compilati. Le sole imprese dovranno altresì presentare copia dell’ultima polizza assicurativa, in corso di validità, stipulata a garanzia dei rischi professionali.
Si avverte che la mancata presentazione della documentazione richiesta o la perdita della permanenza dei requisiti comporterà l’adozione del provvedimento di inibizione alla continuazione dell’attività di mediazione ovvero della cancellazione dall’apposita sezione del REA.


Per ulteriori informazioni consulta la sezione dedicata: Verifica dinamica di permanenza requisiti.

Proroga del termine per l'adeguamento delle imprese di autoriparazione
Data pubblicazione: 04-01-2018

A seguito dell’entrata in vigore della L. n. 205/2017 (legge di bilancio 2018), il termine per l’adeguamento per le imprese iscritte nel Registro delle Imprese o nell’Albo delle Imprese artigiane abilitate all’esercizio delle attività di elettrauto o meccanica e motoristica (che avrebbero dovuto denunciare l’attività di meccatronica, come previsto dalla L. n. 224/2012), è stato prorogato di ulteriori cinque anni; pertanto le imprese che esercitano le attività di elettrauto o meccanica e motoristica possono proseguire le rispettive attività fino al 4/1/2023.

ATTENZIONE ALLE FATTURE INGANNEVOLI
Data pubblicazione: 31-10-2017

Molti utenti ci segnalano che, una volta depositato il marchio, ricevono delle fatture inviate da società perlopiù estere che offrono dei servizi di pubblicazione in banche dati private; si tratta di società commerciali che nulla hanno a che fare con l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi o con la Camera di Commercio o con altro ente pubblico; gli utenti pertando sono liberi di non aderire alle loro proposte commerciali.

Vedi anche per approfondimento su: http://www.uibm.gov.it/index.php/i-marchi-50/media-e-comunicazione-dirgen/dossier-dirgen/2008087-attenzione-fatture-ingannevoli

Presentazione istanze dal 1° agosto 2017
Data pubblicazione: 14-06-2017

A partire dal 1° agosto 2017 le istanze relative a:

a) autorizzazioni, rinnovi e variazioni di centri tecnici
b) autorizzazioni e variazioni di officine per il montaggio di cronotachigrafi cee
c) iscrizioni nel registro degli assegnatari dei marchi di identificazione
d) allestimento punzoni degli assegnatari dei marchi di identificazione

dovranno essere inviate tramite posta ordinaria o raccomandata a:

Camera di Commercio di Roma – P.O. Metrologia legale e sicurezza prodotti – via de’ Burro 147 00186 Roma

A partire dalla stessa data gli utenti che intendono avvalersi del servizio di verifica periodica, presso il laboratorio dell’ufficio metrico, dovranno anticipare la richiesta e il relativo pagamento alla casella pec: metrologia@rm.legalmail.camcom.it, dandone evidenza in sede di verifica.

Le richieste di verifica periodica presso il luogo di utilizzo degli strumenti dovranno pervenire tramite pec alla casella : metrologia@rm.legalmail.camcom.it oppure tramite posta ordinaria o raccomandata indirizzata a:

Camera di Commercio di Roma – P.O. Metrologia legale e sicurezza prodotti – via de’ Burro 147 00186 Roma

L’utenza potra’ recarsi agli sportelli, nelle giornate e orari indicati sul sito, per le informazioni e stato lavorazione pratiche.

Nuovi requisiti e verifiche per i responsabili tecnici
Data pubblicazione: 13-06-2017

Il 30 maggio il Comitato Nazionale dell'Albo Gestori Ambientali ha approvato le Delibere n. 6/2017 e n. 7/2017 le quali, alla luce di quanto disposto dal DM 120/2017, modificano radicalmente i requisiti e la formazione dei Responsabili Tecnici.

Con le nuove disposizioni il Responsabile Tecnico deve attestare la propria formazione mediante una verifica iniziale della preparazione e, con cadenza quinquennale, mediante delle verifiche volte a garantire il necessario aggiornamento.

La verifica, che diverrà uno dei requisiti comuni a tutte le categorie e le classi dell'Albo, interessa sia i nuovi responsabili tecnici, che quelli che già lo sono alla data di entrata in vigore delle deliberazioni citate.

Per ulteriori informazioni si può visionare il sito:
www.albonazionalegestoriambientali.it

 

Quiz delle Verifiche di idoneità del Responsabile Tecnico (art. 13 comma 1 D.M. 120/2014; art.2 Delibera del Comitato Nazionale n.6/2017)

[ pag 1] - pag 2 ->successiva

Contenuti di questa pagina

2013 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dall'ente

C.F. 80099790588 - P.I. 01240741007 - Codice Univoco KIRGLW

per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it
Avviso formati comunicazioni  PEC

mappa del sito | elenco siti tematici | contatti | credits | privacy | note legali | accessibilità | social media policyvaluta questo sito

Logo W3C CSS Logo W3C XHTML RSS

- Inizio della pagina -
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa
Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it