Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma - Istruzioni per il pagamento delle ordinanze ingiuntive

0

Seguici sul nostro account Twitter Seguici tramite feed RSS
Benvenuta impresa
Banner cassetto Impresaitalia.it
Romacreanotizie
Il diritto annuale camerale
Atti di riscossione
Home Page » Servizi » Regolazione del mercato » Sanzioni Amministrative » Istruzioni per il pagamento delle ordinanze ingiuntive
Istruzioni per il pagamento delle ordinanze ingiuntive

PAGAMENTO DI SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONE DI NORME RIGUARDANTI IL R.E.A.Il versamento delle sanzioni amministrative (ordinanze ingiuntive) riguardanti violazione di norme attinenti al R.E.A. deve essere effettuato esclusivamente sul CCP n. 66125006 intestato alla Camera di Commercio I.A.A. di Roma, presso una qualunque Agenzia postale oppure tramite bonifico bancario (IBAN IT06A0760103200000066125006).
L’attestazione di pagamento deve essere consegnata alla Camera di Commercio secondo una delle seguenti modalità:

  • posta (Camera di Commercio I.A.A. - Servizio Sanzioni Amministrative - Via de' Burrò, 147 - 00186 Roma);
  • fax (n. 06/52082369);
  • posta elettronica certificata (attivitasanzionatorie@rm.legalmail.camcom.it);
  • posta elettronica (asa@rm.camcom.it);
  • a mano allo sportello di viale Oceano Indiano, 17 Roma (solo il mercoledì dalle ore 8,45 alle 12,30 e dalle 13,30 alle 15,00).           
                                     

Avvertenze per mancato o ritardato pagamento

  • In caso di mancato pagamento, avrà luogo la riscossione forzata tramite ruolo esattoriale.
  • In caso di ritardato pagamento (cioè oltre i 30 giorni dalla notificazione dell’ordinanza), occorrerà aggiungere all’importo della sanzione le maggiorazioni di legge, dovute per il ritardo, da calcolare come segue:

a) ritardo inferiore al semestre: si aggiungono alla sanzione gli interessi legali per i giorni di ritardo, calcolati al saggio vigente al momento (dal 1° gennaio 2017 il saggio di interesse  legale è fissato allo 0,1%);

b) ritardo superiore al semestre: la somma dovuta è maggiorata di un decimo per ogni semestre compiuto, mentre per gli eventuali giorni eccedenti si aggiungono gli interessi legali come indicato nel punto a).

 

PAGAMENTO DI SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONE DI NORME NON ATTINENTI AL R.E.A.
Il versamento delle sanzioni amministrative (ordinanze ingiuntive) riguardanti violazione di norme non attinenti al R.E.A. (es. denunce al Registro Imprese, sicurezza dei prodotti, etc.) deve essere effettuato presso uno dei seguenti uffici:

  • Agente della Riscossione Tributi (Gruppo Equitalia Spa – per trovare l’ufficio di competenza, visitare il sito Gruppo Equitalia);
  • Istituti di credito (Banche) o Agenzie postali, a mezzo dell’apposito modello F23, dal titolo “Modello di pagamento: tasse, imposte, sanzioni ed altre entrate”, al quale deve essere unita una copia dell’ordinanza ingiuntiva.

La ricevuta di pagamento deve essere prodotta alla Camera di Commercio secondo una delle seguenti modalità:

  • posta (Camera di Commercio I.A.A. - Servizio Sanzioni Amministrative - Via de' Burrò, 147 - 00186 Roma);
  • fax (n. 06/52082369);
  • posta elettronica certificata (attivitasanzionatorie@rm.legalmail.camcom.it);
  • posta elettronica (asa@rm.camcom.it);
  • a mano allo sportello di viale Oceano Indiano, 17 Roma (solo il mercoledì dalle ore 8,45 alle 12,30 e dalle 13,30 alle 15,00).

IMPORTANTE: dalla copia del modello F23 prodotta deve risultare leggibile la data del pagamento ed il visto del Concessionario, dell'Istituto di credito o dell'Agenzia postale.

Avvertenze per la compilazione del Modello F23
Oltre ai dati anagrafici, nella sezione "dati del versamento" occorre indicare:

  • Codice ufficio (punto 6 del modello): ARM
  • Causale (punto 9 del modello): PA
  • Estremi dell'atto (punto 10 del modello): anno d'emissione/N° ordinanza
  • Codice tributo sanzione (punto 11 del modello, prima riga): 741/T
  • Descrizione (punto 12 del modello, prima riga): Pagamento ordinanza n. (.....) (eventualmente, se c’è ritardo, aggiungere la dicitura: “con interessi legali”)
  • Importo sanzione (punto 13 del modello, prima riga): somma comprensiva degli eventuali interessi legali.

Avvertenze per mancato o ritardato pagamento

  • In caso di mancato pagamento, avrà luogo la riscossione forzata tramite ruolo esattoriale.
  • In caso di ritardato pagamento (cioè oltre i 30 giorni dalla notificazione dell’ordinanza), occorrerà compilare il Mod. F23 in distribuzione presso l’ufficio prescelto per il pagamento, seguendo le istruzioni sotto indicate, aggiungendo all’importo della sanzione le maggiorazioni di legge dovute per il ritardo, da calcolare come segue:

a) ritardo inferiore al semestre: si aggiungono alla sanzione gli interessi legali per i giorni di ritardo, calcolati al saggio vigente al momento (dal 1° gennaio 2017 il saggio di interesse legale è fissato allo 0,1%);

b) ritardo superiore al semestre: la somma dovuta è maggiorata di un decimo per ogni semestre compiuto, mentre per gli eventuali giorni eccedenti si aggiungono gli interessi legali come indicato nel punto a).

PAGAMENTO DELLE SPESE DI NOTIFICA E PROCEDIMENTO
Il pagamento delle spese di notifica e procedimento deve essere effettuato esclusivamente sul CCP n. 66125006 intestato alla Camera di Commercio I.A.A. di Roma, presso una qualunque Agenzia postale oppure tramite bonifico bancario (IBAN IT06A0760103200000066125006).
L’attestazione di pagamento deve essere consegnata alla Camera di Commercio secondo una delle seguenti modalità:

  • posta (Camera di Commercio I.A.A. - Servizio Sanzioni Amministrative - Via de' Burrò, 147 - 00186 Roma);
  • fax (n. 06/52082369);
  • posta elettronica certificata (attivitasanzionatorie@rm.legalmail.camcom.it);
  • posta elettronica (asa@rm.camcom.it);
  • a mano allo sportello di viale Oceano Indiano, 17 Roma (solo il mercoledì dalle ore 8,45 alle 12,30 e dalle 13,30 alle 15,00).

In caso di mancato pagamento, avrà luogo la riscossione forzata tramite ruolo esattoriale.

Contatti

Sanzioni Amministrative
Ufficio competente: Area VI Attività abilitative ed ispettivo/sanzionatorie
Indirizzo e-mail: asa@rm.camcom.it
Posta elettronica certificata: attivitasanzionatorie@rm.legalmail.camcom.it
Indirizzo: Viale Oceano Indiano, 17 - 00144 Roma
Piano 3, stanza 321
Orari: Lo sportello riceve il mercoledì: 08.45 - 12.30 / 13.30 - 15.00
ultima modifica: 16/01/2017

2013 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dall'ente

C.F. 80099790588 - P.I. 01240741007 - Codice Univoco KIRGLW

per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it
Avviso formati comunicazioni  PEC

mappa del sito | elenco siti tematici | contatti | credits | privacy | note legali | accessibilità | social media policyvaluta questo sito

Logo W3C CSS Logo W3C XHTML RSS

- Inizio della pagina -
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa
Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it