Sezione salto di blocchi

Tutti gli avvisi

Brexit: cosa cambia dopo il 31 dicembre 2021 e cosa serve sapere
Data pubblicazione: 03-01-2022

Dal 1 gennaio 2022 sono terminati per l’ingresso nel Regno Unito i controlli doganali organizzati per fasi e sono stati sostituiti da un regime di pieno controllo frontaliero a cui sarà necessario adempiere per la movimentazione di merci da e verso la Gran Bretagna.

In merito, si invita a prendere visione delle indicazioni riportate sul sito World Pass, la rete degli sportelli per l'internazionalizzazione delle Camere di commercio: http://www.worldpass.camcom.it/index.phtml?Id_VMenu=1358&nh=1&daabstract=1051

 

Novità relativa agli adempimenti societari nel Registro delle Imprese - D.Lgs. n. 183 del 2021
Data pubblicazione: 14-12-2021

A seguito della dell’entrata in vigore dell’art. 5 del D.Lgs. n. 183 del 2021, dal 14 dicembre 2021, tutte le istanze di iscrizione o di deposito di atti e fatti nel Registro delle Imprese, afferenti alle società, dovranno essere obbligatoriamente sottoscritte con firma digitale dai soggetti legittimati o obbligati (es. amministratori, sindaci, liquidatori, revisori, etc.) - nonché dai Notai per gli atti dagli stessi ricevuti o autenticati in qualità di soggetti obbligati.
Tali soggetti dovranno sottoscrivere, con propria firma digitale, sia la modulistica informatica che ciascun file allegato.

Pertanto, a decorrere dalla predetta data, non saranno più accettate le domande di iscrizione o deposito, cui sia stata allegata la cd. “procura speciale”, conferita ad un intermediario per l’esecuzione degli adempimenti pubblicitari dai soggetti legittimati o obbligati.

Nulla è innovato con riferimento alla possibilità prevista dai commi 2 quater e 2 quinquies dell’art.31 della L. n. 340 del 24/11/2000, per i professionisti iscritti nella sezione “A” dell'Albo dei commercialisti e degli esperti contabili, muniti della firma digitale e appositamente incaricati dal legale rappresentante della società, di richiedere l’iscrizione nel Registro delle Imprese di tutti gli atti societari per la cui redazione la legge non preveda espressamente l’intervento del Notaio.

ATTENZIONE: LA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA HA ESERCITATO LE FUNZIONI DI ORGANISMO DI CONTROLLO DELLA FILIERA VITIVINICOLA FINO AL 31 LUGLIO 2021
Data pubblicazione: 02-08-2021

Si informa che le funzioni di organismo di controllo per la filiera vitivinicola sono state esercitate da questo Ente fino al 31 luglio 2021.

 

Brexit: formalità per l'esportazione nel Regno Unito di animali vivi, prodotti di origine animale e sottoprodotti di origine animale
Data pubblicazione: 07-07-2021

Si invita a prendere visione della notizia pubblicata al seguente link: http://www.worldpass.camcom.it/index.phtml?Id_VMenu=1358&nh=1&daabstract=1048 

Vengono fornite informazioni aggiornate sulla nuova formalità di registrazione degli stabilimenti degli esportatori dei prodotti in oggetto sul sistema informativo comunitario TRACES NT; il Ministero della Salute ha emanato delle istruzioni operative al riguardo.

Si ricorda, infatti, che le formalità di certificazione dei prodotti in oggetto saranno operative dal 1 ottobre 2021, come anche l'obbligo di registrazione nel sistema TRACES NT.
 

Sospesa la costituzione e modificazione statutaria delle startup innovative nella forma di s.r.l. con modello standard ministeriale e sottoscrizioni digitali ex art. 24 e 25 c.a.d. (codice dell'amministrazione digitale)
Data pubblicazione: 30-03-2021

Le costituzioni e le modificazioni statutarie delle startup innovative nella forma di s.r.l. con modello standard e sottoscrizioni digitali ai sensi degli artt. 24 e 25 del Codice dell'amministrazione digitale sono sospese a seguito delle recenti decisioni della Giustizia amministrativa. Ulteriori informazioni potranno essere richieste all'indirizzo di posta elettronica startup.roma@rm.camcom.it.

 

Brexit - Rinviata l'introduzione del Modulo VI-1 per l'importazione di vino e del Certificato di Ispezione per l'importazione di alimenti biologici
Data pubblicazione: 25-03-2021

In data di ieri, 24 Marzo 2021, il Governo britannico, ha annunciato lo slittamento, all'1 gennaio 2022, dell'introduzione dell'obbligo di produrre il Modulo VI-1 per l’importazione di vino dall’Unione Europea in Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles).

È, altresì, rinviata all'1 Gennaio 2022 la produzione del Certificato di Ispezione richiesto per l’importazione di alimenti biologici.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito del Parlamento Britannico:

Importing and exporting wine - GOV.UK
Importing and exporting organic food - GOV.UK 

È attivo il servizio Libri Digitali
Data pubblicazione: 20-01-2021

Si informa che è attivo il servizio “Libri Digitali”, che consente alle imprese di gestire e conservare digitalmente, in modo semplice ed efficace e con rilevante risparmio di costi, i libri d’impresa (sociali e contabili) e che sostituisce completamente la tradizionale modalità cartacea di tenuta, vidimazione, archiviazione e conservazione a norma dei libri, con pieno valore legale.
Il servizio, oltre alla conservazione a norma, garantisce l’immodificabilità nel tempo delle scritture, il rispetto della privacy e l’accesso al solo rappresentante dell’impresa e ai suoi delegati.
Il servizio è rivolto a tutte le tipologie di impresa, quindi sia a imprese individuali sia a società di persone o capitali, con sede legale a Roma e provincia.

Verifica della permanenza dei requisiti previsti dalla legge n. 204/1985 e s.m.i. per lo svolgimento dell' Attività di Agente e/o Rappresentante di Commercio
Data pubblicazione: 20-11-2020

La procedura di verifica riguarda tutte le imprese, nonché i soggetti che, in qualità di preposto/responsabile tecnico, esercitano l’attività da almeno 5 anni.
Per la conferma del possesso dei requisiti, occorre inviare una pratica telematica di Comunicazione Unica allegando i modelli di autocertificazione dei requisiti, integralmente e correttamente compilati.

Si avverte che la mancata presentazione della documentazione richiesta o la perdita dei requisiti comporterà l’adozione del provvedimento di inibizione alla continuazione dell’attività.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione dedicata: Verifica dinamica permanenza requisiti.

Data pubblicazione 20/11/2020

Comunicazioni urgenti
Data pubblicazione: 18-09-2020

Come noto, start-up e PMI innovative, per mantenere l’iscrizione nella sezione speciale del Registro delle Imprese, devono procedere annualmente alla comunicazione di conferma del possesso dei requisiti entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio di esercizio, trasmettendo un’istanza telematica contenente la dichiarazione di atto notorio del legale rappresentante che attesti il permanere dei requisiti di legge.

L’omissione, equiparata dal Legislatore alla perdita dei requisiti, comporterà la cancellazione dalla sezione speciale ai sensi degli artt. 25, comma 16 del D.L. n. 179/2012 convertito, con modifiche, nella L. n. 212/2012 (start up innovative) e 4, comma 7 del D.L. n. 3 del 2015 convertito, con modifiche, nella L. n. 33/2015 (PMI innovative).
L’art. 106 del Decreto Cura-Italia (D.L. n.18/2020 convertito in L. n. 24/2020) ha fissato, in ragione dell’emergenza epidemiologica, in 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale, il termine per la convocazione dell’assemblea che approva il bilancio, prorogando - di conseguenza - al 31 luglio il termine per la presentazione della predetta dichiarazione.
Tuttavia si ritiene applicabile l’istituto del “ravvedimento operoso” qualora l'impresa provveda, seppur tardivamente, al deposito dell’attestazione del mantenimento dei requisiti  entro un brevissimo termine (circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 10 settembre u.s.).

In proposito la Camera ha trasmesso, a mezzo posta elettronica certificata, a tutte le startup e PMI innovative iscritte nella propria circoscrizione territoriale, apposita nota sollecitando le imprese coinvolte a procedere, entro un brevissimo termine di 5 giorni dal ricevimento di detta nota, alla trasmissione della domanda di conferma annuale del possesso dei requisiti o, qualora detto adempimento sia già stato trasmesso ma sia risultato irregolare, a provvedere alla regolarizzazione nel medesimo termine.
Qualora la startup o la PMI innovativa, per irregolarità riscontrate nel proprio domicilio digitale (P.E.C non attiva o scaduta, etc.), non abbia ricevuto la sopra richiamata nota, dovrà preliminarmente regolarizzare il proprio domicilio digitale nel Registro delle Imprese nonché provvedere, entro un brevissimo termine (5 giorni dalla pubblicazione del presente avviso) a trasmettere, al Registro delle Imprese, la domanda relativa alla conferma annuale del possesso dei requisiti.

CIRCOLARE MISE 10_9_2020.PDF

Avviso
Data pubblicazione: 20-05-2019

Si informa che il Decreto legge 30 aprile 2019, n. 34, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 100 di pari data e in vigore dal 1° maggio 2019, all'art. 42 prevede la riapertura del periodo transitorio disposto dall'art. 18, co. 2 del D.M. 93/2017.

Di conseguenza, i Laboratori che abbiano formalizzato l'avvio dell'iter di accreditamento al 18 marzo 2019 possono riprendere le attività di verificazione periodica per le quali erano già abilitati ai sensi delle norme previgenti ed interrotte a tale data.

Viene altresì estesa tale facoltà anche a quei soggetti che presenteranno domanda di accreditamento entro il termine del 30 settembre 2019.

Pertanto, ad oggi e sino al 30 giugno 2020, i soggetti che possono eseguire la verificazione periodica degli strumenti di misura sono quelli presenti nel seguente elenco:

http://www.metrologialegale.unioncamere.it/upload/file/rganismi%20DL%2034.pdf

Attività di installazione e manutenzione di impianti da fonti di energia rinnovabili: requisiti professionali dei responsabili tecnici
Data pubblicazione: 26-11-2018

L’art. 15 del d.lgs n.28/2011, successivamente modificato dal D.L. n. 63/2013, convertito nella L. n.90/2013, ha introdotto un sistema di qualificazione obbligatoria dei responsabili tecnici delle imprese che esercitano attività di installazione e manutenzione di impianti gestiti da fonti di energia rinnovabili (FER).

Rientrano in tale disciplina gli impianti elettrici, elettronici e di condizionamento (lettere A, B, e C) e che riguardano, in particolare, l’installazione e la manutenzione di:

  • caldaie, caminetti e stufe a biomassa
  • sistemi solari fotovoltaici e termici sugli edifici
  • sistemi geotermici a bassa entalpia
  • pompe di calore

Con riferimento ai requisiti tecnico professionali, coloro che sono stati abilitati dopo l’1/8/2013 ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettera c) del DM n. 37/2008 (titolo o attestato di formazione professionale abbinato ad un periodo lavorativo di quattro anni presso imprese del settore), per ottenere anche la qualificazione per operare sugli impianti FER devono frequentare con esito positivo un corso di formazione regionale di n. 80 ore (secondo lo standard approvato dalla Conferenza Stato Regioni nella seduta del 22/12/2016).

Sono invece già in possesso di idonea abilitazione professionale anche per gli impianti FER, coloro che richiedono o hanno conseguito l’abilitazione professionale ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettere a), b) e d) del DM n. 37/2008 (laurea, diploma, esperienza lavorativa).

Per tutti coloro che operano nell’ambito degli impianti FER, viene, inoltre, introdotto l’obbligo, entro il 31/12/2019, di frequentare un apposito corso di formazione regionale di n. 16 ore, da ripetere ogni tre anni.
 

ATTENZIONE AI FALSI ATTESTATI DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO DI IMPRESA
Data pubblicazione: 31-10-2017

Si informano gli utenti che sono state recapitate alcune comunicazioni di avvenuta registrazione di domande di marchio da diversi indirizzi email (es. uibm-posta@minister.com, M_I_S_E_IT@minister.com) accompagnate da un allegato ingannevole, con cui si chiede il pagamento di una determinata somma. Tali comunicazioni non provengono dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy nè dall'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

Si prega di prendere atto della comunicazione del MiMIT: https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/attenzione-ai-falsi-attestati-di-registrazione-di-marchio-d-impresa-e-contestuale-richiesta-fraudolenta-di-pagamento

Costituzione di S.R.L. in forma di start-up innovativa con firme digitali
Data pubblicazione: 19-07-2016

In riferimento alle modalità di costituzione di S.R.L. in forma di start-up innovativa con firma digitale, si invita l'utenza a consultare la relativa Nota pubblicata sul sito di questa Camera.

< - 1 - 2 - 3
ultima modifica: martedì 25 febbraio 2020
Tutti gli avvisi