Guida Attività Economiche

La Guida Attività economiche della Camera di Commercio di Roma consente di reperire informazioni utili all'avvio di attività ed all'iscrizione al Registro Imprese

Home Page » Servizi » Avvio d'impresa » Guida alle attività economiche » Cura e manutenzione del verde
Guida alle attività economiche
Cura e manutenzione del verde
Normativa:

L. n. 154/2016; Accordi in Conferenza Stato - Regioni dell'8/6/2017 e del 22/2/2018; Deliberazione della Giunta Regionale del Lazio n. 206 del 3/5/2018.

Descrizione:

Attivita' di costruzione, sistemazione e manutenzione del verde pubblico o privato

Requisiti:

L'attività di costruzione, sistemazione e manutenzione del verde pubblico o privato può essere esercitata:

  • dagli iscritti al Registro ufficiale dei produttori (articolo 20, comma 1, lettere a) e c), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 214;
  • da imprese agricole, artigiane, industriali o in forma cooperativa, iscritte al registro delle imprese, che abbiano conseguito un attestato di idoneità che accerti il possesso di adeguate competenze.

Si forniscono di seguito le necessarie informazioni:

1) le imprese che denunciano l’attività, devono essere in possesso dell’attestato di frequenza del corso di formazione regionale di n. 180 ore, conseguito da uno dei sotto indicati soggetti, facenti parte dell’organico dell’impresa:

  • titolare/amministratore;
  • socio lavoratore (la relativa qualifica deve risultare iscritta in visura);
  • dipendente (in questo caso il rapporto di lavoro deve essere documentato con copia del modello UNILAV ovvero, in alternativa, dell’ultima busta paga); 

2) le imprese che hanno già dichiarato l’esercizio dell’attività alla data del 25/8/2016 e registrate con il codice ATECO 81.30.00 (anche secondario), devono regolarizzare la propria posizione entro il 21/2/2020 conseguendo, per mezzo di uno dei soggetti richiamati al punto precedente (titolare/amministratore, socio lavoratore, dipendente), l’attestato del corso di formazione regionale ovvero dimostrando un’esperienza almeno biennale nel settore. 

L’esperienza deve essere stata maturata, presso imprese regolarmente operanti del settore e certificata attraverso specifica documentazione (es.: buste paga, contratto di lavoro, modello UNILAV, ecc.), da una delle seguenti figure:

  • titolare/amministratore;
  • socio con partecipazione di puro lavoro;
  • coadiuvante;
  • dipendente;
  • collaboratore familiare dell’impresa.

Ai fini del computo dell’esperienza professionale è valido anche il periodo di apprendistato, purché esso abbia avuto durata pari o superiore all’anno e sia stato completamente svolto. Qualunque sia stata la durata dell’apprendistato svolto (un anno o più), lo stesso è equiparato ad un solo anno di esperienza lavorativa.

3) sono previste riduzioni/esenzioni del percorso formativo, che saranno valutati in sede di istruttoria delle istanze, per:

  • i soggetti già in possesso di una qualifica professionale regionale di Manutentore del verde (riconducibile alle ADA del QNQR);
  • i soggetti in possesso di laurea, anche triennale, nelle discipline agrarie e forestali, ambientali e naturalistiche;
  • i soggetti in possesso di master post-universitario in temi legati alla gestione del verde e/o del paesaggio;
  • i soggetti in possesso di diploma di istruzione quinquennale in materia agraria e forestale;
  • gli iscritti negli ordini e collegi professionali del settore agrario e forestale;
  • i soggetti in possesso di una qualificazione pubblica di livello minimo 4 EQF, riconducibile alle ADA del QNQR ovvero nei settori scientifico disciplinari, relativi alle discipline agrarie e forestali;
  • i soggetti in possesso di qualifica di operatore agricolo rilasciati a seguito della frequenza dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP);
  • i soggetti che hanno conseguito il corso di formazione professionale di n. 80 ore, previsto dalla Conferenza Stato – Regioni dell’8/6/2017 (solo se conseguiti entro il 22/2/2018);

4) le imprese che hanno denunciato l’attività al Registro delle Imprese o all’Albo delle Imprese Artigiane nel periodo di vigenza della nuova norma, ovvero dal 26/8/2016 al 2/9/2018, senza la dimostrazione del requisito professionale, dovranno regolarizzare la propria posizione entro il 3/12/2018; in caso contrario l’Ufficio del Registro delle Imprese procederà alla cancellazione dell’attività precedentemente iscritta.

Vedi voci correlate: Giardiniere
ultima modifica: 24/08/2018

2013 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dall'ente

C.F. 80099790588 - P.I. 01240741007 - Codice Univoco KIRGLW

per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it
Avviso formati comunicazioni  PEC

mappa del sito | contatti | credits | privacy | note legali | accessibilità | social media policyvaluta questo sito

Logo W3C CSS Logo W3C XHTML RSS

- Inizio della pagina -
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa
Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it