Sezione salto di blocchi

Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa

Situazione Comuni SUAP

Comuni accreditati

I Comuni accreditati sono quelli che esercitano le funzioni del SUAP autonomamente attraverso propri canali di trasmissione delle pratiche, nel rispetto dei requisiti funzionali e tecnologici previsti dalle norme vigenti. Possono svolgere la loro attività in maniera diretta, sviluppata al proprio interno (Suap singolo), oppure tramite una gestione condivisa con altre realtà comunali (Suap associato). I requisiti per ottenere l’accreditamento presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) sono:

  • Casella di PEC istituzionale: per ricevere la documentazione dalle imprese; per inviare le ricevute e gli atti relativi ai procedimenti; per trasmettere atti, comunicazioni e relativi allegati alle altre Amministrazioni coinvolte nel procedimento; per ricevere dalle Amministrazioni comunicazioni e gli atti richiesti in formato elettronico;
  • Dispositivo USB: per firmare digitalmente le comunicazioni e i provvedimenti;
  • Applicazione Software: per leggere documenti firmati digitalmente (ad esempio DIKE, scaricabile gratuitamente dal sito www.firma.infocert.it);
  • Applicazione Informatica: per procedere alla protocollazione elettronica della documentazione in entrata e in uscita e per la certificazione della corrispondenza, come previsto dal DPR 445 del 28 dicembre 2000, art. 53 e seguenti e dal DPCM del 31 ottobre 2000;
  • Sito Web del SUAP Comunale: (o area ad esso riservata all’interno del sito istituzionale), in cui sono pubblicate le informazioni sui procedimenti amministrativi, e la modulistica di riferimento.

Comuni deleganti

I Comuni deleganti sono quelli che, non avendo proceduto all’accreditamento presso il MiSe, non hanno attivato il Suap in maniera autonoma ma attraverso una specifica delega alla Camera di Commercio territorialmente competente. In questi casi, il Comune (cd. delegante) si avvale dell’ente camerale per l’avvio e la gestione del procedimento telematico cui è affidata la pratica, mentre trattiene per sé la competenza amministrativa (istruttoria, eventuale emanazione di provvedimenti endoprocedimentali, chiusura del procedimento). Dal canto suo la Camera di Commercio gestisce gli aspetti informatici di front office, creando il collegamento con il Responsabile Suap del Comune (il Segretario comunale o un suo delegato), e fornendo dunque un supporto di carattere esclusivamente tecnico.
Comuni silenti

I comuni silenti non  si sono ancora accreditati presso il MiSE, né hanno formalmente delegato la Camera di Commercio a gestire il SUAP. Nelle more dell’attivazione del SUAP, è concesso all’utenza di presentare le proprie istanze presso gli sportelli del Comune di riferimento.

Comuni in convenzione

I Comuni in convenzione sono quelli che, pur essendosi accreditati autonomamente presso il MiSE, hanno in seguito espresso la volontà di utilizzare l’applicativo del SUAP camerale per svolgere le proprie funzioni di Sportello Unico.

ultima modifica: venerdì 09 aprile 2021

Condividi