Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma - Il territorio e l'impresa

l progetto “Sicurezza partecipata e dedicata alle imprese” nasce per instaurare un rapporto di collaborazione tra le categorie imprenditoriali e i servizi della sicurezza pubblica sul territorio.

Home Page del sito CCIAA
Ricerca avanzata
Loggo CCIAA piccolo
Osservatorio sulla sicurezza dedicata alle imprese
Pattern molto chiaro
Il territorio e l'impresa
Osservatorio sulla sicurezza » Imprese e Sicurezza » Il territorio e l'impresa

Il progetto "Sicurezza partecipata e dedicata alle imprese" ha dimostrato  che la sicurezza dell'attività aziendale risente della morfologia del territorio e dell'ambiente circostante l'azienda.

Il rischio criminalità è quindi correlato all’ambiente esterno all’azienda: al tipo di strada e di piazza; che si tratti di spazi di grande transito situati nel mezzo di strade o piazze residenziali, vie isolate o dove il traffico scorre veloce, aree adiacenti a stazioni, capolinea, mercati rionali, parchi e così via, ogni luogo con le sue caratteristiche può influenzare variamente il modo di agire dei delinquenti che scelgono con cura dove e come commettere i reati.

Strada lineare e viale urbano
Ad esempio una strada lineare (lunga oltre i duecento metri) nella quale sono concentrate le attività commerciali di una variegata gamma di tipologie merceologiche (negozi di abbigliamento, calzature, accessori, inframmezzati da supermercati con accesso dal piano stradale pedonale), un viale urbano (boulevard) sede di bar, ristoranti, pub, sale da gioco e altri esercizi pubblici a poca distanza o praticamente affiancati gli uni agli altri, attivano delle opportunità per la criminalità diffusa nelle strade.
Il rischio è indotto dalla prevalenza assoluta di passanti e di consumatori non-residenti nel quartiere nelle ore degli scambi commerciali, ossia dalla concentrazione di persone che transitano senza legami con il quartiere, e quindi dal venir meno di quel controllo sociale spontaneo che nelle comunità locali incide positivamente sul contenimento delle minacce.

Strada secondaria
Nelle strade secondarie, ma attigue alla strada lineare molto frequentata,  si riversano le attenzioni della delinquenza, che seleziona i bersagli più esposti (abitazioni dei residenti, autovetture in sosta, passanti, anziani) contando sulla difficoltà dei cittadini a percepire segnali di minaccia, a causa dell’affollamento sul percorso principale.

Piazza
Nella piazza “residenziale”, ovvero in uno spazio pubblico progettato insieme agli edifici che vi si affacciano, il rischio criminalità è assai basso.
Al contrario, in una piazza giustapposta, cioè allestita senza alcun nesso con il disegno della città, il rischio è dato dalla vulnerabilità fisica delle persone che lo frequentano, a causa della distanza dagli affacci delle abitazioni

 

Conformazione urbanistica del quartiere

Ai fini della sicurezza è importante analizzare la conformazione urbanistica di ogni singolo quartiere.

Tener conto della particolarità del quartiere è di grande importanza sia per impostare la sicurezza dell’azienda, sia per programmare i servizi della sicurezza sul territorio.

Gli strumenti tecnologici e il metodo di gestione dell’attività devono variare di conseguenza. La scelta dei luoghi e degli orari dove concentrare l’attività di vigilanza del territorio richiede quindi una competente e accurata valutazione della conformazione urbanistica.

Inoltre, la consapevolezza della correlazione di entrambi i fattori, metodologie aziendali e modelli di servizio delle forze di polizia, è alla base della realizzazione di uno standard adeguato di sicurezza.

A tal proposito, si indicano alcune delle tipologie più caratteristiche della città di Roma:

  • quartiere del centro storico dove vi sono molti residenti, molto frequentato da city users (consumatori e turisti). E' il contesto migliore per la sicurezza nella quotidianità, poiché la mescolanza di funzioni (abitativa e commerciale) consente la vitalità delle strade
  • porzione di un quartiere del centro storico caratterizzato da segni di abbandono o di degrado. Negli edifici abbandonati e negli alloggi degradati si verifica l’insediamento di senza fissa dimora e l’uso improprio di abitazioni come foresterie sovraffollate
  • quartiere della fascia intermedia della città, ma la cui costruzione risale a prima dell’ultima guerra. Da una parte questi insediamenti presentano un buon equilibrio, data la compresenza di abitazioni, attività e socialità, dall’altro lato la popolazione si presenta di età media elevata e gli stabili in rapido deterioramento
  • abitato periferico sorto in gran parte in modo spontaneo e con l’abusivismo edilizio. E’ positiva la presenza di edifici piccoli e di famiglie composte da molte persone. Aumenta il rischio la contiguità con strade a veloce scorrimento
  • insediamento recente, in via di completamento e a ridosso del Grande Raccordo Anulare. Il principale fattore critico è la perdita di legame con la “città madre”. Incidono in questo contesto le enormi barriere alla visuale di quegli insediamenti costituite dalla grande distribuzione commerciale.
In sintesi
Un quartiere è sicuro quanto più è chiara la delimitazione tra spazio pubblico e spazio privato, e non si formano “terre di nessuno” (ad esempio: edifici abbandonati, spazi verdi mal curati, capannoni in disuso, strade poco illuminate o frequentate).

Gli abitanti possono esercitare spontaneamente un controllo sul territorio grazie anche ad edifici che hanno un affaccio su strada e permettono una facile osservazione delle aree circostanti.

Un quartiere, è sicuro quanto più vi sono presenti attività eterogenee.
Devono esservi almeno due funzioni primarie: residenza e attività economiche in quanto sia i residenti che i commercianti gettano spontaneamente “l’occhio sulla strada”.

 

→ Effettua i quiz per verificare il livello di sicurezza della tua impresa: mettiti alla prova!

- Inizio della pagina -
Home Page del sito CCIAA

2019 Camera di Commercio di Roma - qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente
Per comunicazioni tramite PEC: cciaaroma@rm.legalmail.camcom.it

 
Logo W3C CSS   Logo W3C XHTML

Il progetto Camera di Commercio di Roma - CCIAA Roma è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it