Deposito di invenzione industriale

L'invenzione industriale (sia essa un prodotto o un procedimento) è una soluzione nuova ed originale di un problema tecnico, atta ad essere realizzata ed applicata in campo industriale.

Chiunque intenda ottenere il riconoscimento della proprietà industriale della propria invenzione sul territorio italiano, deve presentare apposita domanda all'Ufficio Brevetti e Marchi.

L'invenzione industriale ha durata ventennale a partire dalla data di deposito.

Entro 12 mesi dal deposito italiano (o entro 18 mesi se al momento del deposito non si concede l'anticipata accessibilità al pubblico) è possibile estendere i diritti dell'invenzione ai paesi aderenti alla Convenzione di Parigi, usufruendo della data del deposito italiano rivendicando la priorità; nel conteggio dei dodici mesi, il giorno del deposito nazionale non è compreso [Convenzione di Parigi (G.U. n. 160, suppl. ord., del 19 Giugno 1976), art. 4, lettera C, punto 2].

Per effettuare il deposito dell'Invenzione industriale in modalità cartacea occorre presentare i seguenti documenti:
  • Modulo di domanda di brevetto per invenzione industriale scaricabile e compilabile in pdf sul sito www.uibm.gov.it; Questa modulistica deve essere presentata presso gli sportelli della CCIAA in triplice copia.
  • Descrizione (descrivere un cenno sommario dell'essenza del trovato, ampliando quanto risulta dal titolo della stessa invenzione ed esporre brevemente lo stato della tecnica nel momento in cui la descrizione viene compilata; fare seguire la descrizione vera e propria del trovato, mettendo in evidenza le finalità che si intendono raggiungere);
  • Riassunto (breve descrizione);
  • Rivendicazioni indicate con numeri arabi consecutivi (indicare brevemente, ma con chiarezza, le parti essenziali e nuove del trovato; ogni rivendicazione deve riferirsi ad una sola delle parti che si intende rivendicare). Oltre la decima rivendicazione saranno corrisposti i diritti come indicato nella sezione "Diritti di segreteria";
  • Una marca da bollo da Euro 16,00 per la copia autentica del verbale di deposito;
  • Traduzione in lingua inglese delle rivendicazioni, allegata come documento a parte o, in mancanza, corresponsione del "diritto per la ricerca", come indicato nella sezione "Diritti di segreteria".

La descrizione, il riassunto, le rivendicazioni e i disegni acclusi alle domande di brevetto devono essere impressi in modo indelebile con linee e caratteri a stampa neri su carta bianca forte di formato A4.

Per i disegni e per il testo, i margini superiore e inferiore e i margini a sinistra e a destra sono di almeno 2,5 cm. Il testo è scritto con interlinea 1,5 e carattere le cui maiuscole corrispondono ad una altezza minima di 0,21 cm.

Non è consentito superare le 25 righe per pagina. I disegni, che possono essere eseguiti anche a mano, devono essere numerati progressivamente ed i numeri e le eventuali lettere che contrassegnano le varie parti del disegno devono essere richiamati nella descrizione.

Deposito telematico

L'invio delle pratiche telematiche deve essere effettuato esclusivamente attraverso il sito www.uibm.gov.it salvo proroga del periodo transitorio disposto dal Ministero. Si rammenta che per l'invio delle pratiche in modalità telematica occorre dotarsi della firma digitale.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito dell'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi http://www.uibm.gov.it

Attestati

Per i depositi effettuati dal 18 maggio 2015 il relativo attestato di concessione può essere ritirato presso l'Ufficio Brevetti e Marchi previa compilazione di apposita domanda in bollo da Euro 16,00 e consegna di un'ulteriore marca da bollo da Euro 16,00 e del bollettino di Euro 9,00 di diritti di segreteria intestato alla Camera di Commercio di Roma c/c 33692005.

Chi contattare per questo servizio?

Brevetti e Marchi
Ufficio competente: Area VI Attività Abilitative ed ispettivo/sanzionatorie
Posta elettronica certificata: marchibrevetti@rm.legalmail.camcom.it
Indirizzo: Viale Oceano Indiano n. 19 - 00144 Roma
Orari: Deposito atti: Dal lunedì al venerdì: 9.00 - 12.00; Informazioni: Dal lunedì al venerdì: 13.30 - 15.00. Nelle giornate prefestive gli uffici sono aperti esclusivamente dalle 9.00 alle 12.00
ultima modifica: martedì 21 aprile 2020

Condividi

Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network . Ok Informativa completa