Società

Entro il 1° ottobre 2020, tutte le imprese già costituite, sia in forma societaria che individuale, devono comunicare il proprio domicilio digitale (p.e.c.) al Registro delle Imprese, qualora non abbiano già provveduto a tale adempimento (art. 37 del D.L. n. 76/2020 conv. dalla L. n. 120/2020)

Per approfondimenti su come effettuare l’adempimento e sulle sanzioni previste consulta la "Guida Domicilio Digitale delle imprese"

Si rende noto alla gentile utenza che, a decorrere dal 2 maggio p.v., la procura speciale, conferita agli intermediari per l’esecuzione degli adempimenti pubblicitari nel Registro delle Imprese dai soggetti legittimati o obbligati, NON potrà essere più utilizzata per la presentazione delle domande relative al rinnovo degli organi sociali.

In particolare, dovranno essere sottoscritte con la firma digitale del soggetto legittimato o obbligato, come individuato dalla norma che disciplina lo specifico adempimento pubblicitario (amministratore, liquidatore, sindaco, procuratore ecc.), le seguenti domande:

  • nomina/conferma/cessazione amministratori;
  • nomina/conferma/cessazione sindaci;
  • nomina/cessazione liquidatori;
  • nomina/conferma/cessazione revisori;
  • conferimento poteri amministratori.

Le suddette domande potranno comunque essere presentate, oltre che da un notaio, anche dagli iscritti all’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili, incaricati dal legale rappresentante della società, ai sensi dell’art. 31 della L. 340/2000 s.m.i. In tal caso, la distinta di presentazione potrà essere sottoscritta digitalmente solo dal professionista incaricato.

Le Società sono tenute a presentare le domande all’Ufficio del Registro delle Imprese per via telematica o su supporto informatico (art. 31 legge 340/2000, modificato dalla legge 448/2001)tramite la  Comunicazione Unica

A decorrere dal 20 Novembre 2017 la predisposizione e la trasmissione delle domande relative alle iscrizioni e al deposito degli atti societari nel Registro delle Imprese devono essere effettuate sulla base delle indicazioni contenute nella Guida nazionale interattiva agli adempimenti societari.


Eliminazione del modello di procura speciale per la presentazione al Registro delle Imprese delle domande relative alle variazioni degli organi sociali

Dal 2 Maggio 2019 la procura speciale, conferita agli intermediari per l’esecuzione degli adempimenti pubblicitari nel Registro delle Imprese dai soggetti legittimati o obbligati, NON può essere più utilizzata per la presentazione delle domande relative al rinnovo degli organi sociali.

In particolare, devono essere sottoscritte con la firma digitale del soggetto legittimato o obbligato, come individuato dalla norma che disciplina lo specifico adempimento pubblicitario (amministratore, liquidatore, sindaco, procuratore ecc.), le seguenti domande:

  • nomina/conferma/cessazione amministratori;
  • nomina/conferma/cessazione sindaci;
  • nomina/cessazione liquidatori;
  • nomina/conferma/cessazione revisori;
  • conferimento poteri amministratori.

Al riguardo l'Ufficio ha reso disponibili delle dettagliate indicazioni operative.

Le suddette domande possono comunque essere presentate, oltre che da un notaio, anche dagli iscritti all’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili, incaricati dal legale rappresentante della società, ai sensi dell’art. 31 della L. 340/2000 s.m.i. In tal caso, la distinta di presentazione può essere sottoscritta digitalmente solo dal professionista incaricato.

Atti da allegare alla domanda o denuncia telematica o su supporto informatico

Alle domande o denunce al Registro Imprese o REA devono essere allegati gli atti soggetti per legge a iscrizione o al deposito. Tali atti si allegano all'istanza d'iscrizione e costituiscono i documenti destinati alla pubblicazione nell'archivio degli atti del registro delle imprese. L’utente può richiedere, successivamente all’iscrizione dell’atto, "copie integrali o parziali degli atti" inseriti nell’archivio ai sensi dell’art. 24 del DPR n.581/1995.
 
Nelle more della definizione delle specifiche XML, l'interessato dovrà allegare all'istanza presentata all’Ufficio del Registro delle Imprese un documento informatico in formato PDF/A (standard internazionale - ISO19005 - che consente l’archiviazione di documenti elettronici nel lungo periodo.
Lo standard attualmente riconosciuto e approvato è lo standard PDF/A-1) con il contenuto dell'atto, anche senza immagini ottenute dalla scansione di documenti cartacei. L’Unione delle Camere di Commercio, ha infatti precisato  con la Circolare n. 2991 del 24/02/2009,  che in attesa delle specifiche tecniche del formato XML, gli obbligati alla presentazione degli atti al Registro delle Imprese devono allegare alla domanda di iscrizione i documenti in formato PDF/A. Inoltre, tale formato deve essere richiesto solo per gli atti notarili e per gli altri documenti che possono essere considerati come atti. Quindi, tale formato non è necessario per i documenti giustificativi o a comprova presentati in copia né per i documenti relativi al R.E.A.

Le informazioni sulla predisposizione dei documenti elettronici in formato PDF/A sono disponibili sul sito www.registroimprese.it – sezione Comunicazione Unica – Sportello Pratiche o sul sito webtelemaco.infocamere.it . Sullo stesso sito web nella sezione Software – Strumenti è disponibile il servizio per la verifica di conformità alle specifiche PDF/A di un documento. La verifica effettuata è analoga a quella eseguita dall'Ufficio del Registro delle Imprese della Camera di Commercio.

Per ulteriori informazioni sul formato elettronico da utilizzare per la presentazione degli Atti diversi dal Bilancio consultare la scheda informativa

Gli atti devono essere contenuti in un file sottoscritto digitalmente dai soggetti obbligati, come di seguito specificato:

Atti pubblici

Va allegato alla pratica un file contenente l’atto pubblico sottoscritto digitalmente, utilizzando il dispositivo di firma digitale, dal notaio con l’osservanza delle forme e delle modalità richieste dalla legislazione vigente per la presentazione alla pubblica amministrazione di istanze trasmesse per via telematica o comunque redatte su supporto informatico. Le copie informatiche predisposte dai notai devono essere autenticate in conformità alle disposizioni di cui all’art. 23 del D.Lgs. n. 82/2005. In particolare dette copie informatiche dovranno essere autenticate dal notaio ai sensi degli artt. 2714 e 2715 cod. civ., con apposizione della seguente formula di autenticazione in calce alla copia informatica: "Copia su supporto informatico conforme al documento originale formato su supporto cartaceo, ai sensi dell’art. 23 commi 3, 4 e 5 del D.Lgs. 82/2005, che si trasmette ad uso Registro Imprese"

Scritture private autenticate

Per quanto riguarda le scritture private autenticate, valgono le medesime regole previste per gli atti pubblici, per cui in forza dell’art. 31 della legge 340/2000, il notaio è legittimato a presentare le relative domande di iscrizione, ivi compresa la cancellazione a seguito dello scioglimento senza messa in liquidazione.

Verbali e decisioni soggetti a iscrizione o deposito, progetti di fusione/scissione, bilanci di esercizio, bilanci finali di liquidazione e situazioni patrimoniali di consorzi

Va allegato alla pratica un file contenente il documento sottoscritto digitalmente, utilizzando il dispositivo di firma digitale, dal soggetto obbligato/legittimato o dall’eventuale procuratore speciale con l’osservanza delle forme e delle modalità richieste dalla legislazione vigente per la presentazione alla pubblica amministrazione di istanze trasmesse per via telematica o comunque redatte su supporto informatico. Nello stesso documento, vi dovrà essere la dichiarazione di conformità all’originale: "Copia su supporto informatico conforme al documento originale formato su supporto cartaceo, ai sensi degli articoli 38 e 47 del D.P.R. 445/2000, che si trasmette ad uso Registro Imprese" oppure "Il sottoscritto (cognome e nome) dichiara che il presente documento informatico è conforme a quello trascritto e sottoscritto sui libri sociali della società"

Provvedimenti giudiziari e atti rilasciati da altre autorità (es. certificato di morte, certificato di iscrizione della società estera, ecc.)

Va allegato alla domanda un file contenente il documento (scannerizzato) sottoscritto digitalmente, utilizzando il dispositivo di firma digitale, dal soggetto obbligato/legittimato o dall’eventuale procuratore speciale con l’osservanza delle forme e delle modalità richieste dalla legislazione vigente per la presentazione alla pubblica amministrazione di istanze trasmesse per via telematica o comunque redatte su supporto informatico.
Nello stesso documento vi dovrà essere la dichiarazione di conformità all’originale: "Copia su supporto informatico conforme al documento originale formato su supporto cartaceo, ai sensi dell’articolo 19 del D.P.R. 445/2000, che si trasmette ad uso Registro Imprese" .

 

Chi contattare per questo servizio?

Registro Imprese - Atti societari
Ufficio competente: Area IV Registro Imprese e Analisi Statistiche - Struttura "Società"
Indirizzo e-mail: attisocietari@rm.camcom.it
Note:

Le pratiche relative alle società devono essere presentate per via telematica.

Per ottenere assistenza specialistica nella compilazione e predisposizione delle istanze telematiche (escluse le pratiche sospese), contattare il call center: 199.13 06 06 dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00.

Per la presentazione delle pratiche su supporto informatico gli Uffici ricevono esclusivamente su appuntamento (dal lunedì al giovedì dalle 13.30 alle 15.00).  
L'appuntamento può essere fissato telefonicamente contattando il numero: 0652082339 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.45 alle ore 12.30.
Startup e PMI innovativeIndirizzo Email: startup.roma@rm.camcom.it

Telefono:

0652082091 dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 11.00

ultima modifica: giovedì 23 luglio 2020

Condividi